Aliassime: “Battere Federer, Djokovic e Nadal continuerà a essere difficile”



by   |  LETTURE 2467

Aliassime: “Battere Federer, Djokovic e Nadal continuerà a essere difficile”

Le aspettative sul conto di Felix Auger-Aliassime sono sempre di un certo livello. Le doti per diventare un elemento stabile della top 10 mondiale ce l’ha e i margini di crescita sono ampi per il 21enne canadese, che in questo momento è davvero a un passo dall’obiettivo (appena 247 di distacco da Casper Ruud che è in decima posizione).

I quarti di finale a Wimbledon e la semifinale agli US Open di quest’anno hanno dato grande slancio alla sua carriera, che sembra pronta a spiccare il volo. Il giovane tennista di Montréal proverà a consolidare i suoi traguardi se non a migliorarli a Indian Wells 2021.

Uno tra Ramos-Viñolas e l’azzurro Musetti sarà l’avversario in primo turno di Auger-Aliassime, che da testa di serie numero 7 punta ad arrivare fino in fondo al torneo.

Aliassime fa il carico di motivazioni

“È vero che Novak è ancora il numero 1 e che Roger e Rafa stanno cercando di tornare, ma sento che il cambio generazionale è in corso e avverrà in grande stile molto presto.

Continuerà ad essere difficile battere questi ragazzi perché durante la loro carriera sono tornati più volte da gravi infortuni e imprevisti, ma i giovani come me devono anche combattere tra di loro. Penso che ci potrebbero essere da cinque a otto giocatori che vincono [in corsa per] il Grande Slam nei prossimi anni, quindi sarà un periodo tremendamente competitivo", ha dichiarato Auger-Aliassime.

"Per me, le sfide sono grandi come la motivazione che sento per raggiungerle; voglio giocare il mio miglior tennis e competere contro i migliori del mondo", ha aggiunto. Il canadese ha poi ammesso di osservare e scrutare i cammini condotti da altri giovani tennisti come lui, citando Emma Raducanu e Leylah Fernandez a titolo esemplificativo: “Non possiamo confrontare le realtà dei circuiti WTA e ATP, ma è molto stimolante vedere ciò che Raducanu e Leylah hanno raggiunto a New York.

Penso che l'emergere di nuovi volti al vertice del tennis possa raddoppiare l'interesse nel nostro sport e coinvolgere nuovi fan. Sono stato molto impressionato anche da quello che ha fatto Medvedev” .