Roger Federer scherza sui suoi 40 anni



by   |  LETTURE 3525

Roger Federer scherza sui suoi 40 anni

Dopo la netta sconfitta rimediata per mano di Hubert Hurkacz nei quarti di Wimbledon lo scorso luglio, Roger Federer ha annunciato la sua intenzione di chiudere anzitempo la stagione. Una ricaduta al ginocchio lo ha infatti mandato sotto i ferri per la terza volta nell’ultimo anno e mezzo, aprendo tantissimi interrogativi sul suo futuro.

L’ex numero 1 del mondo ha giocato appena 13 match ufficiali nel 2021, facendo registrare un bilancio poco soddisfacente di nove vittorie e quattro sconfitte. Nonostante i coraggiosi tentativi, il fenomeno svizzero non è mai riuscito a trovare una condizione accettabile, una sensazione che è stata più volte confermata dal suo linguaggio del corpo.

L’obiettivo del 20 volte campione Slam è quello di regalarsi una passerella conclusiva nel 2022, ma è ancora presto per avere garanzie al riguardo. Il 40enne di Basilea è stato visto poco tempo fa alla Laver Cup, avendo deciso a sorpresa di raggiungere Boston per sostenere il Team Europe.

Re Roger camminava con le stampelle per non affaticare il ginocchio dopo l’operazione subita. In una lunga intervista concessa a ‘GQ Magazine’, l’elvetico ha scherzato sui suoi 40 anni.

Federer si appresta ad uscire dalla Top 10

“È chiaro che alla mia età ho una prospettiva diversa rispetto a tutti gli altri giocatori” – ha ammesso l’otto volte campione di Wimbledon.

“Da un lato sono entusiasta di avere 40 anni, dall’altro ci scherzo spesso sopra. Non posso credere di aver raggiunto i 40, è semplicemente pazzesco! Nel complesso, sono felice del momento che sto vivendo.

Ricordo che quando ho compiuto 20 anni, pensavo di sapere chi fossi davvero. La realtà è che non ne avevo assolutamente idea. A 30 anni hai una percezione leggermente più nitida, mentre a 40 anni sei perfettamente consapevole della tua essenza” – ha proseguito Federer.

Roger, che non mette piede in campo da Wimbledon, si appresta ad uscire dalla Top 10 per la prima volta dal 2017. Nessuno dei Big 3 è presente a Indian Wells, l’ennesimo sintomo del ricambio generazionale in atto. La stagione 2022 si prospetta a dir poco emozionante.