Forget: "Non credo che senza Federer, Nadal e Djokovic ci sarà la crisi del tennis"



by   |  LETTURE 3870

Forget: "Non credo che senza Federer, Nadal e Djokovic ci sarà la crisi del tennis"

Il mondo del tennis sta vivendo in questo momento una fase di passaggio. Nell'ultimo ventennio abbiamo visto nella stessa epoca probabilmente i tre tennisti più forti di tutti i tempi, meglio conosciuti come i Big Three, ovvero Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Questi tre atleti si sono sfidati a suon di record, grandi match e pazzeschi ed autentici show ed insieme hanno collezionato addirittura 60 titoli del Grande Slam. Roger Federer ha 40 anni ed è ormai, già da qualche tempo, alle battute finali della sua carriera.

Rafael Nadal ha qualche anno in meno, ma quest'anno ha dovuto farei conti con seri problemi al piede e nessuno sa fino a quando reggerà nel circuito. Situazione totalmente diversa invece per il numero uno al mondo Novak Djokovic, che, con qualche anno in meno rispetto ai grandi rivali, continua a dominare all'interno del circuito.

In questo momento vediamo che pian piano stanno arrivando interessanti e giovani tennisti e c'è curiosità se questi avranno almeno una parte dell'impatto che hanno avuto i loro predecessori. Felix Auger-Aliassime, Carlos Alcaraz e Jannik Sinner sono solo alcuni dei giovani più interessanti nel panorama maschile e tutti attendono una possibile loro esplosione.

Le parole di Guy Forget sui Big Three

L'ex capitano della squadra francese di Coppa Davis Guy Forget ha parlato di questa situazione e cosa potrebbe accadere nel mondo del tennis all'addio dei Big Three. Nonostante tutto il transalpino si è detto ottimista ed ha rilasciato interessanti dichiarazioni: "Siamo cresciuti con Borg, Connors e McEnroe ed è stato fantastico ciò che questi atleti hanno portato al mondo del tennis, in Francia c'erano tantissimi che seguivano e praticavano questo sport.

Tutti ci siamo chiesti cosa sarebbe accaduto dopo il loro addio ed abbiamo avuto poi André Agassi e Pete Sampras. Poi c'è stato un piccolo calo ma subito dopo è arrivato Roger Federer e poi Nadal e Djokovic, abbiamo visto i Big Three.

Ora tutti diciamo che di meglio non è possibile ed il tennis affronterà una pausa di torpore dopo l'addio di questi tre, io invece sono fiducioso e credo che avremo ancora grandi file per assistere ai match del Roland Garros o di Wimbledon. Sono davvero ottimista a riguardo"