Ljubicic: "Federer? Non c’è un programma preciso per il suo rientro"



by   |  LETTURE 6802

Ljubicic: "Federer? Non c’è un programma preciso per il suo rientro"

Il 2021 di Roger Federer è stato purtroppo condizionato dal solito problema al ginocchio. Il campione svizzero è tornato in campo dopo oltre un anno di assenza al torneo ATP 250 di Doha, ma non è mai riuscito a competere ad alti livelli a causa dei fastidi fisici.

L’elvetico ha infatti dato forfait al quarto turno del Roland Garros per non rischiare un nuovo infortunio e ha poi subito una netta sconfitta contro Hubert Hurkacz ai quarti di finale di Wimbledon mostrando tutte le sue difficoltà.

Federer ha rinunciato anche alle Olimpiadi di Tokyo per preservare il suo fisico in vista della stagione americano, ma proprio a pochi giorni dall’inizio degli US Open ha annunciato che avrebbe subito un nuovo intervento; intervento che ha chiuso la sua stagione anzitempo.

Ljubicic: "Federer non ha ancora ripreso ad allenarsi"

In occasione della quarta edizione della Laver Cup, che ha visto il dominio del Team Europe nei primi due giorni di competizione, Federer ha però rassicurato i fan parlando delle sue attuali condizioni.

“Il peggio di questo infortunio è passato. Mi ci vorrà qualche mese e poi vedremo come andranno le cose l'anno prossimo, ma devo prendermi il mio tempo. Non voglio prendere scorciatoie o cose del genere.

Voglio assicurarmi di poter fare tutto quello che voglio, senza particolare fretta" . Anche Ivan Ljubicic ha recentemento parlato del recupero di Federer nel corso di un'intervista esclusiva rilasciata al quotidiano "Il Messaggero" .

"Roger non ha ancora ripreso ad allenarsi, non c’è un preciso programma per il suo rientro" . L'ex tennista croato ha anche paragonato la leggenda svizzera a Matteo Berrettini. "Parliamo di un ragazzo eccezionale, anche per la capacità e la profondità che ha di discutere le cose.

Come lui avevo conosciuto solo Roger Federer, è perfetto, fa solo le cose giuste. Berrettini è nel gruppo dei giovani che stanno diventando sempre più forti e consapevoli, insieme a Zverev, Medvedev, Tsitsipas, Rublev" .