Davydenko: "Non è il ginocchio il principale problema di Roger Federer"



by   |  LETTURE 11337

Davydenko: "Non è il ginocchio il principale problema di Roger Federer"

Roger Federer e Rafael Nadal hanno giocato pochissimo in questo 2021 a causa dei rispettivi problemi fisici. Lo svizzero ha disputato la miseria di 13 match ufficiali da marzo fino ad oggi, prima di sottoporsi ad un nuovo intervento chirurgico al ginocchio destro.

Dopo aver raggiunto i quarti di finale a Wimbledon lo scorso luglio, Re Roger ha annunciato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di non poter partecipare alle Olimpiadi di Tokyo. Il rientro del 20 volte campione Slam dovrebbe avvenire nel 2022, ma non vi sono troppe garanzie al riguardo.

In una recente intervista al Messaggero, il suo coach Ivan Ljubicic ha ammesso che non esistono piani precisi per il suo ritorno in campo. Diverso il discorso relativo a Nadal, bloccato dapprima da un infortunio alla schiena e poi dal dolore al piede.

Il 35enne spagnolo aveva deciso di saltare sia Wimbledon che le Olimpiadi di Tokyo nella speranza di esprimersi al meglio sul cemento. La sua campagna in quel di Washington si è tuttavia conclusa dopo appena due partite.

Di lì a poco, Rafa ha scelto di chiudere anzitempo il suo 2021. Durante una lunga conversazione su Eurosport, l’ex numero 3 ATP Nikolay Davydenko ha analizzato con grande sincerità il momento che stanno vivendo Roger e Rafa.

Davydenko scettico su Federer e Nadal

“Credo che sarà molto difficile per Roger Federer e Rafael Nadal tornare ai massimi livelli dopo infortuni così gravi” – ha confidato il russo. “Capisco che i fan di queste due leggende non saranno contenti di ascoltare le mie parole.

Non sto dicendo che perderanno tutte le partite o che non vinceranno più nulla, ma la vedo dura che possano imporsi nei tornei al meglio dei cinque set. Non bisogna dimenticare che scenderanno parecchio nel ranking, il che avrà un impatto notevole sui loro tabelloni.

Sono entrambi fermi da tanto tempo e faticano sempre di più ad allenarsi con costanza. Questi fattori incidono ancora di più dell’infortunio in sé” – ha proseguito Davydenko, capace di aggiudicarsi le ATP Finals nel 2009.