Roger Federer svela per chi tiferà durante la Laver Cup



by   |  LETTURE 7402

Roger Federer svela per chi tiferà durante la Laver Cup

Mancano pochi giorni all’inizio della quarta edizione della Laver Cup, una competizione molto attesa che ha sempre regalato spettacolo per gli appassionati di tennis. I migliori giocatori del momento, divisi fra team “Europa” e “Resto del Mondo” si incroceranno in una tre giorni ricca di confronti per decretare poi la squadra migliore vincitrice.

Quest’anno la manifestazione, dopo uno stop forzato dovuto alla pandemia nel 2020, si terrà a Boston da venerdì 24 a domenica 26 settembre. Il blu sarà il colore rappresentativo dell’Europa, formazione capitanata da Bjorn Borg: a difendere il titolo conquistato nelle tre precedenti edizioni ci saranno l’italiano Matteo Berrettini, Daniil Medvedev, Stefanos Tsitsipas, Alexander Zverev, Andrey Rublev e Casper Ruud.

I ‘rossi’ del leader John McEnroe, un altro tennista che ha fatto la storia di questo sport, proveranno questa volta ad avere la meglio, dato che giocheranno in ‘casa’. Convocati Shapovalov, Schwartzman, Felix Auger-Aliassime, John Isner, Reilly Opelka e Nick Kyrgios.

Federer fa il tifo per la sua patria

All’appello in questa stagione mancherà (forse il più atteso) Roger Federer, fondatore insieme al suo manager Tony Godsick del torneo, il cui nome deriva proprio dalla leggenda australiana Rod Laver, ancora l’unico ad aver completato il Grande Slam per due volte in carriera.

Lo svizzero ha espresso alcuni pareri a qualche giorno dall’inizio della competizione, in un’intervista rilasciata a Mercedes-Benz: “Il team Europa sarà di nuovo favorito. È incredibile quanto sia diventato forte nel corso degli anni.

Certo, non ci sarà nessun Rafa Nadal, nessun Novak Djokovic, nessun me nella squadra, ma penso che Borg sarà un ottimo trascinatore e leader. Spero davvero che l’Europa trionfi di nuovo" ha aggiunto il 40enne nato a Basilea.

Poi ha concluso, affermando di quanto sia dispiaciuto di non poter partecipare: “Sono ancora deluso. Mi mancano i ragazzi, la squadra, lo spirito, i tifosi, il fine settimana e tutto ciò che ne consegue. Tiferò comunque per i miei compagni di gioco".