Us Open, Novak Djokovic eguaglia Agassi e mette nel mirino Roger Federer



by   |  LETTURE 9222

Us Open, Novak Djokovic eguaglia Agassi e mette nel mirino Roger Federer

Tre gare verso la storia per il numero uno al mondo Novak Djokovic. Il campione serbo ha battuto nella notte il giovane americano Jenson Brooksby e dopo questo successo accede ai Quarti di finale, a tre gare dalla storia del tennis.

In caso di successo agli Us Open Nole diventerebbe il primo tennista dell'era Open a conquistare il Grande Slam, un evento che non si verifica dai tempi di Rod Laver e che tante leggende del passato (e del presente) hanno mancato.

Questo ma non solo per Novak Djokovic. Il tennista con la vittoria del torneo conquisterebbe anche il ventunesimo Slam, superando definitivamente i due grandi rivali e componenti dei Big Three, ovvero Roger Federer e Rafael Nadal.

I record del campione serbo crescono a dismisura, settimana dopo settimana, mese dopo mese e tutti i suoi fan sono in visibillio per i suoi numeri. In questa stagione il numero uno al mondo è apparso quasi imbattibile e l'unica vera dura sconfitta da digerire è quella alle Olimpiadi di Tokyo dove ha prima perso la semifinale contro Alexander Zverev e poi ha perso, a sorpresa, anche la sfida per la medaglia di bronzo contro il tennista spagnolo Pablo Carreno Busta.

Djokovic e l'ennesimo record della sua carriera

Contro Brooksby il successo è arrivato in maniera più complicata del previsto con l'americano che ha letteralmente dominato il primo set e che è crollato alla distanza, stanco probabilmente anche dopo la maratona dell'altro giorno contro il russo Aslan Karatsev.

Con la vittoria odierna per Nole sono 79 successi qui a Flushing Meadows ed il serbo raggiunge l'ennesima piccola soddisfazione della sua carriera. A quota 79 vittorie qui agli Us Open c'è una leggenda del tennis come l'americano Andrè Agassi, tra l'altro, suo ex coach in passato.

Con questo risultato Nole è terzo nella classifica di tennisti più vincenti a New York e mette nel mirino il suo grande rivale Roger Federer, fermo a quota 89. Più staccato e forse irrangiungibile per chiunque l'altro americano Jimmy Connors, primo in questa particolare classifica con ben 98 vittorie a Flushing Meadows.