Tiafoe: "Senza Federer e Nadal i ragazzi schiumano dalla bocca"



by   |  LETTURE 6150

Tiafoe: "Senza Federer e Nadal i ragazzi schiumano dalla bocca"

Quando il gatto non c’è, i topi ballano. Quando Roger Federer e Rafael Nadal danno forfait a un torneo dello Slam, le occasioni non mancano per nessuno. Si può parafrasare così il pensiero di Francis Tiafoe su questi Us Open 2021.

L’americano classe 1998 ha ben impressionato nella prima settimana a Flushing Meadows eliminando al terzo turno Andrey Rublev in 5 set, prima di cedere agli ottavi di finale contro Felix Auger-Aliassime. La battaglia tra Tiafoe e Rublev è solo una delle 33 partite finite al quinto e decisivo set di questa prima settimana di Us Open.

Dieci di queste 33, inoltre, sono state rimonte da due set sotto. Un dato che evidenzia un equilibrio ritrovato nel circuito maschile, con tante nuove leve stanche di stare a guardare e vogliose di diventare protagoniste, ma che devono vedersela con i più esperti che invece stanchi di vincere non sono ancora.

Il livello alto portato in campo da tutti i partecipanti a questo ultimo slam dell’anno è stato spiegato da Tiafoe in un’intervista post match.

Le parole di Tiafoe

“Non c'è Rafa, Roger e i ragazzi hanno fame – ha detto Tiafoe - Pensano: "Sono gli Us Open, devo fare bene"

Penso che questo lo spieghi in parte. Il livello del tennis è alto. Chiunque può battere chiunque. Guardatemi, sono il 50 e sto battendo questi ragazzi. Ci sono persone di qualità nei quarti di finale. Sono tutti buoni.

Puoi perdere contro chiunque. Sono nello spogliatoio e vedo i ragazzi schiumare alla bocca. Seppi, 37 anni, gioca 15-13 nel quinto. È pazzesco. Forse, se affrontasse Nadal al secondo turno, non lo farebbe. Pazzesco”. Quello che per i tifosi di tennis è uno slam orfano, per i protagonisti del circuito è l’occasione di mettersi in mostra, di fare quello che per 20 anni è riuscito solo a Federer, Nadal e Djokovic.

L'occasione di fare bene e stupire tutti non è mai stata così vicina e per fermare Nole Djokovic dal diventare il primo, dai tempi di Rod Laver, a realizzare il calendar grande slam c'è una fila di giovani e vogliosi tennisti. Photo credit: Getty Images.