James Blake auspica un ritorno in grande stile per Roger Federer



by   |  LETTURE 2505

James Blake auspica un ritorno in grande stile per Roger Federer

Nel corso dell’ultimo anno e mezzo, abbiamo iniziato ad assaggiare come sarà il tour ATP dopo che Roger Federer si sarà ritirato. L’ex numero 1 del mondo si è sottoposto a ben due operazioni al ginocchio destro nel 2020, che non gli hanno permesso tuttavia di risolvere a pieno quel serio infortunio.

Il fenomeno svizzero è tornato in campo lo scorso marzo a Doha e in tanti speravano che riuscisse a togliersi qualche altra soddisfazione prima di appendere la racchetta al chiodo. È parso chiaro sin dall’inizio che Re Roger non fosse in grado di esprimersi al 100% delle sue possibilità, visibilmente limitato da un fisico che gli sta presentando il conto dopo una carriera lunghissima.

Il 20 volte campione Slam ha disputato la miseria di 13 match ufficiali in tutto il 2021, con un bilancio poco soddisfacente di nove vittorie e quattro sconfitte. L’ultima è arrivata nei quarti di Wimbledon contro Hubert Hurkacz, che si è tolto persino lo sfizio di rifilargli un bagel sul Centre Court.

Qualche settimana più tardi, il 40enne di Basilea ha annunciato di doversi sottoporre ad un nuovo intervento al ginocchio. L’auspicio è di rivederlo in azione almeno per una passerella conclusiva nel 2022, ma non vi sono garanzie al riguardo.

Di recente, il suo ex rivale James Blake – che adesso svolge il ruolo di direttore del Miami Open – ha espresso il suo augurio che Federer possa rialzarsi anche questa volta.

Blake è ottimista sul recupero di Federer

“Ogni volta che pensavo di fare una qualsiasi cosa meglio degli altri nel tennis, arrivava Roger Federer e trovava il modo per superarmi” – ha scritto Blake sul suo profilo Twitter.

“La mia speranza è che Roger torni in forma dopo l’intervento al ginocchio e smentisca ancora una volta tutti quanti” – ha aggiunto l’americano. Prima di Wimbledon, l’elvetico aveva disputato il Roland Garros raggiungendo gli ottavi di finale.

Per motivi precauzionali, non era sceso in campo contro Matteo Berrettini generando anche una serie di polemiche. Neppure ad Halle aveva particolarmente brillato, uscendo di scena per mano di Felix Auger-Aliassime.