Murray: "Roger Federer, Nadal e Djokovic hanno perso il loro dominio fisico"



by SIMONE BRUGNOLI

Murray: "Roger Federer, Nadal e Djokovic hanno perso il loro dominio fisico"

Andy Murray ha dovuto attraversare un viaggio pieno di ostacoli dal 2017 fino a oggi. Proprio quando sembrava ad un passo dal ritiro, l’ex numero 1 del mondo ha sempre trovato la strada per rialzarsi e tornare a giocare.

Il fuoriclasse scozzese è ormai ben lontano dai fasti del passato, lui che ha rappresentato per tanto tempo la più valida alternativa ai Big 3. Durante la sua eccezionale carriera, ‘Muzza’ si è tolto la soddisfazione di conquistare tre Slam e 14 Masters 1000, un bottino di tutto rispetto se paragonato a quello dei suoi coetanei.

In un’era cannibalizzata da Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic, lo scozzese ha saputo ritagliarsi uno spazio importante, senza dimenticare i due ori alle Olimpiadi (Londra 2012 e Rio 2016) e il trionfo in Coppa Davis.

Il veterano di Dunblane parteciperà questa settimana al Masters 1000 di Cincinnati, il tradizionale appuntamento in Ohio che precede gli US Open. Murray aveva giocato soltanto il doppio alle Olimpiadi di Tokyo a causa di un piccolo infortunio.

Murray giocherà il Masters 1000 di Cincinnati

“È stata una bella esperienza competere a Tokyo, mi sentivo bene quando sono arrivato, dato che ero riuscito a fare un blocco di allenamenti molto buoni nelle settimane precedenti” – ha raccontato Andy.

“Purtroppo un infortunio al quadricipite mi ha impedito di gareggiare in singolare, ma sono stato felice di unirmi a Joe Salisbury per provare a vincere una medaglia. Non ci siamo andati tanto distanti in fin dei conti.

Quale sarà il mio futuro? Non posso assicurare che tra qualche mese starò bene, i miei progetti sono tutti a breve termine in questa fase” – ha ammesso il tre volte campione Slam. Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic hanno tutti rinunciato al Masters 1000 di Cincinnati.

“I Big 3 hanno dominato per così tanto tempo che la loro assenza rappresenta un’occasione d’oro per parecchi giocatori. Roger, Rafa e Novak non hanno perso il loro tennis, ma è chiaro che il loro dominio fisico sta lentamente svanendo.

Ho condiviso con loro buona parte della mia carriera, sarei lieto di ritrovarli ancora una volta” – ha chiosato Murray.

Roger Federer