Federer: "Mi sono commosso quando ho ricevuto gli auguri di Edberg e Sampras"



by   |  LETTURE 13111

Federer: "Mi sono commosso quando ho ricevuto gli auguri di Edberg e Sampras"

40 anni ed in questo caso sentirli eccome. Roger Federer ha compiuto 40 anni qualche giorno fa ed ha raccontato le sue sensazioni riguardo come ha vissuto questo evento, il tempo trascorso con la famiglia e tanto altro. Gli ultimi due anni sono stati molto complicati per il tennista svizzero che ha vissuto la pandemia (come tutti noi) e soprattutto è stato alle prese con un duplice intervento al ginocchio che ha complicato e non poco la sua carriera.

Tredici mesi senza giocare partite ufficiali sono apparsi un'eternità per Roger e tutti i tuoi fan e lo svizzero non ha mai raggiunto una grande condizione fisica, sembrando quasi sempre 'lontano parente' del finalista di Wimbledon del 2019.

Roger Federer ed il suo compleanno

Il campione svizzero ha raccontato le sue sensazioni ai microfoni della rivista Schweizer Illustrierte: "Abbiamo affittato casa ad Ibiza per il mio compleanno e siamo stati con famiglia ed amici, in passato ero sempre alle prese con tornei ed era un giorno come un altro, questa volta è stato speciale e l'abbiamo festeggiato con una grande festa.

I miei figli hanno fatto disegni e mi hanno fatto nuovi regali, poi hanno scattato foto con me ed i miei amici e queste piccole cose mi fanno sentire meglio. Mi ha anche commosso il video che ha fatto la mia fondazione per i 40 anni, auguri e canzoni di bambini dello Zambia, del Malawi, Lesotho, Zimbabwe e Sud Africa.

È stato davvero molto bello. È stato commovente ricevere gli auguri di Borg, Edberg e Sampras, parliamo dei miei tre principali idoli che mi contattano per farmi gli auguri, per me è surreale. Tutti questi auguri mi fanno felice e mi dimostrano che ho ancora tanti veri amici attorno a me, ho ancora 50-60 messaggi a cui rispondere.

Ormai a 40 anni non ti senti più un bambino, ma non mi sento neanche vecchio. L'età non mi fa paura, il giorno del mio compleanno mi sono alzato e non era cambiato nulla, penso che sia un'epoca molto bella e voglio vivere al meglio d'ora in poi"