Tiafoe su Federer, Djokovic e Nadal: "Il cambio della guardia è vicino"



by   |  LETTURE 5166

Tiafoe su Federer, Djokovic e Nadal: "Il cambio della guardia è vicino"

Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal hanno rinunciato ai Masters 1000 di Toronto e Cincinnati e lasciato aperti tre grandi punti interrogativi in vista della prossima edizione degli US Open. Lo svizzero ha accusato nuovi problemi al ginocchio dopo aver raggiunto i quarti di finale al torneo di Wimbledon e sta decidendo in questi giorni se prendersi un periodo di pausa per non mettere a rischio il suo corpo; mentre lo spagnolo ha dovuto fare i conti con l’infortunio al piede sinistro a Washington prima di annunciare il suo forfait al National Bank Open.

A pesare sui prossimi impegni di Djokovic saranno invece le Olimpiadi di Tokyo. Il serbo ha partecipato ai Giochi Olimpici, dove ha perso la finale per il terzo e quarto posto contro Pablo Carreno Busta, e nell’ultima conferenza stampa aveva parlato apertamente dei suoi problemi fisici.

Tutti si aspettavano di rivederlo in campo a Cincinnati, ma così non sarà. Il belgradese ha infatti deciso di cancellarsi dal Western & Southern Open e non forzare troppo la mano a poche settimane dall’inizio dell’ultimo Slam dell’anno.

L’impressione, però, è che in ogni caso non potrà presentarsi a Flushing Meadows nelle migliori condizioni possibili.

Le parole di Frances Tiafoe sui Big 3

Proprio considerando quanto accaduto ai Big 3 in questo periodo, Frances Tiafoe ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni in conferenza stampa.

"Ritiro di Nadal a Toronto? Non vuoi mai sentire notizie del genere. Una cosa però va detta e notata: il cambio della guardia è vicino" , ha spiegato l'americano. "Vedi Stefanos Tsitsipas che sta giocando alla grande.

Lo stesso discorso vale per Daniil Medvedev e Alexander Zverev, che ha vinto le Olimpiadi di Tokyo 2021. Ora è questione di chi sfrutterà l'occasione, perché il torneo è aperto a tutti. Ci sono molti giocatori bravi, ma nessuno di loro è imbattibile.

In effetti, ho battuto Stefanos a Wimbledon e molti possono giocare a un grande livello ogni giorno. Inoltre, vedere volti nuovi e personalità diverse è davvero interessante" .