Andrey Rublev impressionato dal rendimento di Roger Federer a Wimbledon



by   |  LETTURE 4513

Andrey Rublev impressionato dal rendimento di Roger Federer a Wimbledon

Roger Federer ha fatto il suo rientro nel tour a Doha lo scorso marzo, chiarendo fin da subito che Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo sarebbero stati i suoi grandi obiettivi. Il fuoriclasse svizzero si è presentato ai Championships con pochissimi match nelle gambe, oltre ad una condizione fisica ben lontana dal 100%.

Grazie anche ad un tabellone non impossibile, l’ex numero 1 del mondo è riuscito a spingersi sino ai quarti, dove la sua corsa è stata interrotta bruscamente da Hubert Hurkacz. Il polacco ha avuto vita facile contro Re Roger sul Centre Court, tanto da avergli rifilato addirittura un bagel nel terzo set.

Qualche giorno dopo, il 20 volte campione Slam ha ufficializzato la sua rinuncia alle Olimpiadi di Tokyo per via di una ricaduta al ginocchio operato. Se ciò non bastasse, è di pochi giorni fa la notizia che l’elvetico salterà anche i Masters 1000 di Toronto e Cincinnati.

Viste le premesse, è impossibile non mettere in dubbio la sua partecipazione agli US Open. Durante la conferenza stampa che precede l’inizio del National Bank Open, Andrey Rublev ha commentato la straordinaria impresa di Federer a Wimbledon.

Rublev sbalordito da Roger Federer

“Sono sicuro che non sarò l’unico ad esprimere un pensiero del genere. Ritengo che i quarti di finale raggiunti da Roger Federer a Wimbledon rappresentino un’impresa irreale, qualcosa di semplicemente incredibile” – ha detto il russo.

“Lui è l’unico in grado di fare una cosa del genere a quasi 40 anni” – ha aggiunto. Rublev non è rimasto del tutto sorpreso: “Non posso dire che mi ha stupito, dato che stiamo parlando dell’uomo dei record.

Roger è uno dei migliori tennisti di ogni epoca, quello che sta facendo alla sua età non ha eguali. Riesce ancora a giocare grandi partite nonostante i due interventi a cui si è sottoposto lo scorso anno.

Ha centrato i quarti a Wimbledon pur avendo disputato pochissimi tornei di preparazione, è allucinante. Ha dimostrato ancora una volta quanto sia leggendario”. Rublev debutterà mercoledì a Toronto contro Fabio Fognini.