Coco Gauff rivela la sua ammirazione per Nick Kyrgios e Roger Federer



by   |  LETTURE 4464

Coco Gauff rivela la sua ammirazione per Nick Kyrgios e Roger Federer

Ancora giovanissima (è nata nel 2004), l’americana Coco Gauff è già una star del circuito WTA: nella sua breve carriera può già vantare i quarti di finale disputati al Roland Garros e due titoli del circuito maggiore, vale a dire quelli di Linz e di Parma.

Già numero 23 del mondo qualche settimana fa, oggi Coco occupa la 24° posizione del ranking femminile.

Gauff: “È un mio sogno”

Qualche giorno fa, Cori ha rivelato nel corso di una interessante intervista tutta la sua ammirazione per l’australiano Nick Kyrgios, con cui sembra anche avere in sospeso una collaborazione in doppio: “Ho conosciuto Nick quando avevo dodici anni.

A tredici ho avuto la possibilità di potermi allenare con lui, ci siamo persino riuniti a Miami in occasione di un torneo. Immagino che adesso lui se lo ricordi, ma all’epoca non lo so. Credo mi abbia chiesto di giocare insieme il doppio misto perché ho fatto un’intervista con l’account social dell’ATP in cui mi domandavano con cui volessi competere.

Ho risposto Nick. Poi mi hanno chiesto con quale giocatore del Tour avrei preferito essere amica: ho risposto Nick anche questa volta”. Gauff ha quindi aggiunto: “Lo rispetto molto, come persona e come tennista. La gente non lo sa, ma sia lui che Roger Federer sono i miei due compagni ideali di squadra nel doppio misto.

Spero di potercela fare, non ne abbiamo parlato molto al di là dei social media. È chiaro che il prossimo Australian Open sia ancora molto lontano”. Coco non può certo vantare una lunga esperienza in doppio, tuttavia in questa specialità ha già vinto tre titoli (Washington, Lussemburgo e Parma) e disputato due volte i quarti di finale agli Australian Open di Melbourne.

Per quanto riguarda Kyrgios, l’australiano si è aggiudicato l’appuntamento di Lione nel 2018 assieme all’americano Jack Sock. Cori non è scesa in campo a Tokyo in occasione delle Olimpiadi poiché positiva al Coronavirus. Photo Credit: La Repubblica