Zverev snobba Roger Federer: "Nadal era l'unico grande assente alle Olimpiadi"



by   |  LETTURE 11654

Zverev snobba Roger Federer: "Nadal era l'unico grande assente alle Olimpiadi"

Alexander Zverev ha dato una svolta importante alla sua stagione conquistando la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo qualche giorno fa. Il torneo di Sascha sembrava avviato alla sua conclusione in semifinale contro Novak Djokovic, grande favorito per la vittoria finale, che si era portato avanti di un set e di un break.

Approfittando anche del calo psico-fisico del numero 1 al mondo, il tedesco si è fatto più aggressivo e ha portato a casa dieci degli ultimi undici game del match. Il campione delle ATP Finals 2018 non ha fallito la prova del nove contro Karen Khachanov, dominando la finale in lungo e in largo prima di godersi le emozioni di un trionfo storico per la sua nazione.

La speranza è che Zverev riesca ad offrire lo stesso rendimento anche negli Slam, dove spesso è mancato proprio nei frangenti decisivi. Il suo prossimo obiettivo saranno gli US Open, un Major nel quale lo scorso anno si era spinto fino all’ultimo atto.

Interrogato in conferenza stampa sul livello generale del torneo olimpico, Alexander ha citato quella di Rafael Nadal come l’unica assenza di spicco (dimenticando invece Roger Federer).

Zverev si dimentica di Roger Federer

“I migliori giocatori sono venuti tutti qui a Tokyo” – ha esordito Zverev.

“L’unico che non si è presentato è stato Rafael Nadal, che però aveva rinunciato anche a Wimbledon. Tutti gli altri erano in tabellone e avevano voglia di far bene. È stato senza dubbio uno dei tornei più competitivi di tutta la stagione” – ha rincarato la dose.

Roger Federer sarebbe dovuto essere uno dei protagonisti di questi Giochi, ma ha deciso di non volare in Giappone a causa di una ricaduta al ginocchio operato. Un vero peccato, se si considera che sarebbero state le ultime Olimpiadi per il 20 volte campione Slam.

Non è ancora chiaro quando Re Roger tornerà in campo, anche se risulta iscritto ai Masters 1000 di Toronto e Cincinnati. L’ex numero 1 del mondo aveva espresso la sua volontà di rientrare per la fine dell’estate.