Nicolas Massu parla del dibattito GOAT tra Federer, Djokovic e Nadal



by   |  LETTURE 5969

Nicolas Massu parla del dibattito GOAT tra Federer, Djokovic e Nadal

Inutile tornare a ripetere gli infiniti record su record macinati da Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal, che insieme hanno vinto 60 titoli del Grand Slam e monopolizzato il palcoscenico del tennis mondiale dell’ultimo quindicennio.

Il serbo, indiscusso numero uno del mondo in questa stagione, è vicinissimo alla realizzazione del Golden Slam: vale a dire la vittoria di tutti i tornei Major dell’anno e delle Olimpiadi, impresa riuscita solo a Steffi Graf nel 1988.

Massu: “Li metto sullo stesso livello”

Intervistato di recente sui Big 3, l’ex giocatore cileno Nicolas Massu – oggi allenatore di Dominic Thiem – ha detto, come pubblicato da EssentiallySports: “Migliorano il livello del tennis ogni anno, stiamo vivendo in una generazione spettacolare, sono i tre più grandi della storia”.

Massu è stato numero 9 del mondo nel 2004 ed ha raggiunto gli ottavi di finale agli Us Open del 2005, oltre ad essersi guadagnato la medaglia d’oro in singolare e in doppio ai Giochi Olimpici di Atene (unico giocatore nella storia).

Il sudamericano ha continuato: “Ognuno ha la propria storia, tutti e tre hanno conseguito risultati incredibili e vantano anche record diversi. Io li metto sullo stesso piano, parlare di tutti e tre è come parlare di un esempio per qualsiasi cosa, ognuno di loro ha la propria personalità.

Il fatto che continuino a vincere a questa età ci aiuta a comprendere quale sia il percorso, ci aiuta a capire che dobbiamo proseguire a lavorare ed allenarci ogni giorno per raggiungerli”. Infine, Nicolas si è anche espresso su Thiem, che quest’anno è uscito al primo turno del Roland Garros e ha preferito non partecipare a Wimbledon: “L’ho sempre detto, io preferisco che loro tre siano sempre presenti nei tornei che Dominic vince, perché vuol dire che è ad un livello spettacolare.

Quando sta bene so che può battere chiunque, è ancora giovane ma ha già molta esperienza, ho fiducia che i prossimi 5 o 6 anni siano i migliori. È nei tempi difficili che si diventa forti”. Le Olimpiadi di Tokyo si concluderanno l'8 agosto prossimo. Photo Credit: Tennishead