Aneke Rune: "Mio figlio Holger si divertiva ad imitare Roger Federer"



by   |  LETTURE 20692

Aneke Rune: "Mio figlio Holger si divertiva ad imitare Roger Federer"

Tra i prospetti più luminosi del tennis maschile, uno dei nomi da tenere d’occhio è senza dubbio quello di Holger Rune. Il vincitore del Roland Garros junior 2020 ha già mosso i primi massi nel circuito maggiore, evidenziando qualità notevoli per un ragazzo della sua età.

Sua madre Aneke è stata una presenza costante in tutta la sua giovane carriera, avendolo aiutato sia dentro che fuori dal campo. Non è frequente che un giocatore venga accompagnato da sua madre in giro per i tornei, ma non è neppure un evento rarissimo.

Basti pensare a Judy Murray, che ha sempre seguito con attenzione il percorso di Andy e Jamie Murray. Lo stesso dicasi per Gloria Connors, che è stata una figura centrale nella vita e nella carriera del leggendario Jimmy.

In una lunga intervista esclusiva ai microfoni di Sportskeeda, Aneke Rune ha parlato della storia d’amore tra suo figlio e il tennis, concentrandosi anche sull’ammirazione di Holger verso Roger Federer e Rafael Nadal.

Lo svizzero e lo spagnolo, oltre ad aver vinto tantissimo, hanno avvicinato tantissimi ragazzi a questo sport.

Holger Rune si è già messo in luce nel circuito maggiore

“Mentre quasi tutti i ragazzini della sua età si annoiavano, lui non aveva problemi a guardare una partita di tennis dall’inizio alla fine già in tenerissima età.

Non gli è stato permesso di iniziare a giocare a tennis nel club locale prima che avesse compiuto sei anni, quindi ha giocato a calcio per un po’ di tempo. Il giorno dopo aver spento sei candeline, ha subito chiesto di poter passare al tennis.

È sempre stato un grande fan di Roger Federer, amava imitare il suo stile di gioco” – ha raccontato Aneke. Rune è determinato a raggiungere traguardi importanti nei prossimi anni. “La sua forza di volontà è eccezionale.

Quando vuole ottenere qualcosa, è in grado di lottare come Rafael Nadal finché non ha centrato lo scopo. Ovviamente è ancora molto giovane, ha bisogno di migliorare parecchio in quasi tutte le aree. La nostra famiglia cerca di supportarlo in ogni modo, vogliamo che realizzi i suoi sogni”.