Medvedev: "Ho capito perché Roger Federer ha giocato sempre sul Centrale a Wimbledon"



by   |  LETTURE 31170

Medvedev: "Ho capito perché Roger Federer ha giocato sempre sul Centrale a Wimbledon"

Daniil Medvedev non è certamente un grande amante della terra rossa e dell’erba, le due superfici che valorizzano meno il suo stile di gioco. Il numero 2 del mondo ha fatto il possibile negli ultimi mesi, raggiungendo i quarti al Roland Garros e gli ottavi a Wimbledon.

A Parigi la sua corsa è stata interrotta da Stefanos Tsitsipas, mentre può nutrire qualche rimpianto per aver mancato una ghiotta occasione a Londra. Avanti due set a uno contro Hubert Hurkacz prima della sospensione per pioggia, il russo non ci ha capito più nulla il giorno seguente sul Centre Court, facendosi rimontare e cedendo di schianto al quinto.

A numerosi fan e addetti ai lavori non è sfuggito un dettaglio: pur essendo la seconda testa di serie, Daniil ha giocato solo un frammento di match sul campo principale durante i Championships. Poco prima dell’inizio delle Olimpiadi di Tokyo, gli è stato chiesto un parere sulla questione.

Di certo, la possibile ultima recita di Roger Federer a Church Road non ha aiutato gli organizzatori.

Medvedev andrà a caccia di una medaglia alle Olimpiadi

“Le decisioni che hanno preso gli organizzatori di Wimbledon avevano una certa logica.

Nei giorni in cui era impegnata la parte alta del tabellone, di solito venivano programmati due incontri maschili sul Centrale, vale a dire quelli di Novak Djokovic e Andy Murray. Di conseguenza, quando era il nostro giorno, doveva esserci un unico match maschile sul Centre Court.

Gli organizzatori hanno deciso di privilegiare Roger Federer, il che è abbastanza comprensibile. Ogni anno potrebbe essere l’ultimo della sua carriera, è una leggenda assoluta dello sport, quindi non ero arrabbiato.

Ovviamente mi sarebbe piaciuto giocare sul Centre Court di Wimbledon, lo avrei meritato essendo il numero 2 al mondo, ma c’era dietro una spiegazione logica che ho accettato. Roger è un atleta dieci o cento volte più leggendario rispetto a me” – ha analizzato il finalista degli Australian Open 2021.

Medvedev proverà a riscattarsi alle Olimpiadi di Tokyo, che prenderanno il via sabato all’Ariake Tennis Park. Il suo primo ostacolo sarà l’imprevedibile Bublik.