Cahill crede in Federer: "Può essere ancora una minaccia per i top player"



by   |  LETTURE 7679

Cahill crede in Federer: "Può essere ancora una minaccia per i top player"

La sconfitta subita da Roger Federer ai quarti di finale di Wimbledon contro Hubert Hurkacz ha lasciato aperti tanti punti interrogativi sulle attuali condizioni del campione svizzero. L’elvetico ha infatti accusato un nuovo fastidio al ginocchio ed è stato costretto a dare forfait alle Olimpiadi Tokyo e, quasi sicuramente, a dire addio al sogno medaglia d’oro in singolare.

Federer ha comunque rassicurato i suoi tifosi e specificato che nelle prossime settimane lavorerà per arrivare nelle migliori condizioni possibili negli Stati Uniti, dove si giocherà anche lo US Open.

Cahill: "Federer può ancora rappresentare una minaccia per gli altri"

"Speriamo che Roger Federer e Rafael Nadal prendano come una grande sfida il fatto che Novak Djokovic sia riuscito a eguagliare il loro record Slam vincendo l'ultima edizione del torneo di Wimbledon" , ha dichiarato Darren Cahill, allenatore di Simona Halep ed ex numero 22 del ranking ATP in una recente intervista rilasciata a ESPN.

"Non è sembrato un addio quello di Federer a Wimbledon, quindi bisognerà vedere se il ginocchio rappresenta ancora un problema per lui. Questa sarà la cosa più importante per lui: riprendersi dal punto di vista fisico.

Se riesce a superare questo problema, penso possa ancora rappresentare una minaccia per gli altr tennisti agli US Open, anche quando compirà 40 anni il prossimo agosto" . Cahill ha poi parlato delle possibilità di Federer in chiave Slam, dove si giocano match al meglio dei cinque set.

"Wimbledon sarà sempre la sua migliore occasione. Quindi, incrociamo le dita, perchè tornerà a Londra tra 12 mesi e si giocherà le sue possibilità” . Federer non ha reso noto il suo programma in vista della stagione americana, ma è facile ipotizzare che parteciperà almeno a un evento, probabilmente il Masters 1000 di Cincinnati, prima dell'inizio degli US Open, che saranno sicuramente il suo grande obiettivo.

Ricordiamo che anche Nadal ha deciso di concentrarsi sull'ultimo Slam dell'anno dopo aver rinunicato a Wimbledon e alle Olimpiadi. Lo spagnolo ripartirà del torneo ATP 500 di Washington.