Bhupathi: "Roger Federer è molto amichevole con gli altri tennisti del circuito"



by   |  LETTURE 6780

Bhupathi: "Roger Federer è molto amichevole con gli altri tennisti del circuito"

Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal sono i tre tennisti che hanno fatto la storia dello sport nell'ultimo ventennio ed insieme hanno collezionato ben 60 titoli del Grande Slam, 20 a testa. Nell'ultima edizione di Wimbledon il numero uno al mondo e dominatore del circuito negli ultimi mesi ha conquistato Wimbledon ed ha raggiunto i suoi due eterni avversari.

Rispetto a Nadal e Federer, Djokovic è più giovane sia anagraficamente che fisicamente e sembra avere la grande opportunità di scavalcare i due avversari. Più Slam e non solo per il campione serbo che parteciperà anche ai Giochi Olimpici di Tokyo e che ha la grande opportunità di realizzare il Golden Slam vincendo nello stesso anno i 4 Slam e le Olimpiadi.

Allo stesso tempo è dai tempi di Rod Laver che un tennista non vince tutti e quattro Slam nello stesso anno. I record che questi tre tennisti hanno realizzato sono, in ogni caso, destinati a fare la storia di questo sport.

Le parole di Bhupathi sui Big Three

Intervenuto ai microfoni del Times of India ha parlato la leggenda del doppio Mahesh Bhupathi che ha parlato dei Big Three ed in particolare di Roger Federer. Ecco le sue parole nello specifico: "Fuori dal campo Roger Federer ha un atteggiamento molto amichevole e caloroso sia nei confronti degli altri fan che nei confronti degli altri tennisti nello spogliatoio.

Non c'è tennista, allenatore o addetti ai lavori che non chiacchieri tranquillamente con lui. Quando si trova lì Roger gradisce parlare di ciò che accade nello spogliatoio e discutere di sport. Nadal? È il campione più umile e con i piedi per terra che abbia mai conosciuto, il rispetto e la cortesia che mostra fuori dal campo non riflette il guerriero che vediamo in campo.

In generale i Big Three hanno alzato il livello di questo sport a livelli impensabili ed io ho assistito al loro incredibile duello con un posto in prima fila". Con l'eventuale vittoria a New York Novak Djokovic potrebbe far quel salto di qualità per portarlo ancora più in alto ed essere considerato come il migliore di sempre.