Federer non parteciperà alle Olimpiadi: i motivi che lo hanno spinto al forfait



by   |  LETTURE 5620

Federer non parteciperà alle Olimpiadi: i motivi che lo hanno spinto al forfait

Dopo la sconfitta subita ai quarti di Wimbledon contro Hubert Hurkacz, Roger Federer ha deciso di non partecipare alle Olimpiadi di Tokyo a causa di un problema al ginocchio. Il campione svizzero avrebbe voluto rappresentare nel migliore dei modi il suo Paese, ma le condizioni fisiche non ottimali rappresentano in questo momento un grande ostacolo.

Federer ha bisogno di tempo per recuperare al 100% e ha quindi preferito prendersi il tempo necessario per riposare e preparare la stagione americana, che si concluderà con l’ultimo Slam dell’anno, ovvero gli US Open.

Il 20 volte vincitore di un torneo del Grande Slam ha affidato ai social il suo commento su questa sofferta decisione.

Anche Federer non parteciperà alle Olimpiadi

"Durante la stagione sull'erba purtroppo ho avuto una ricaduta al ginocchio e pertanto devo accettare di ritirarmi dai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 " , ha scritto Federer sul proprio account Instagram.

"Sono profondamente dispiaciuto, dal momento che è sempre stato un onore rappresentare la Svizzera ogni volta. Ho già iniziato il processo di riabilitazione con la speranza di tornare entro la fine dell'estate.

Auguro a tutto il team svizzero ogni fortuna e farò forte il tifo da lontano. Come sempre, 'Hopp Schwiz' " .

Le Olimpiadi di Tokyo hanno perso l'ennesima grande protagnosita del Tour.

Non saranno infatti presenti a Tokyo tennisti del calibro di Rafael Nadal, Dominic Thiem, Nick Kyrgios e Jannik Sinner nel torneo maschile; mentre a rinunciare alle Olimpiadi in quello femminile è stata Serena Williams, complice anche l'infortunio subito a Wimbledon di recente.

Dopo aver conquistato il ventesimo Slam della sua carriera a Wimbledon la scorsa domenica, anche Novak Djokovic ha messo in dubbio la sua partecipazione alle Olimpiadi. Il campione serbo ha spiegato che valuterà con attenzione le restrizioni che il governo giapponese stabilirà.

Sulla sua scelta potrebbe pesare l'assenza del pubblico, per lui fondamentale quando si tratta di scendere in campo per la Serbia. Il belgradese ha spiegato: "Questa è stata una brutta notizia, l’ho saputo uno o due giorni fa, mi hanno detto che ci saranno anche diverse restrizioni nel Villaggio Olimpico: forse non potremo vedere le gare degli altri atleti, e non potrò portare il mio incordatore, che è una parte importante del team. Devo pensarci, il piano era di andare alle Olimpiadi ma ora è 50/50“ .