Evert: "Roger Federer dovrà digerire più sconfitte rispetto al passato"



by   |  LETTURE 7410

Evert: "Roger Federer dovrà digerire più sconfitte rispetto al passato"

Wimbledon 2021 ci ha dimostrato che Roger Federer è ancora in grado di competere nel tour, ma ha anche evidenziato quanto sia lontano dal top della forma. Il veterano di Basilea è uscito di scena nei quarti di finale per mano di Hubert Hurkacz, che si è imposto in tre set rifilandogli un bagel che la dice lunga sulle attuali difficoltà del Re.

Il 39enne svizzero ha lasciato il Centre Court dopo aver ricevuto una bellissima standing ovation, per quella che è stata forse la sua ultima recita nella Cattedrale del tennis. Durante la conferenza stampa post-match, l’ex numero 1 del mondo ha messo in dubbio la sua partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo.

La kermesse a cinque cerchi si disputerà a porte chiuse, a seguito dell’incremento dei contagi in Giappone nelle ultime settimane. L’elvetico aveva saltato la manifestazione anche nel 2016, quando una serie di guai fisici lo obbligarono a circa sei mesi di stop.

L’elenco degli assenti a Tokyo è già molto lungo, includendo nomi del calibro di Rafael Nadal, Dominic Thiem, Nick Kyrgios, Stan Wawrinka, Jannik Sinner, Serena Williams e Simona Halep. In una recente intervista al ‘Daily Mail’, la leggenda della WTA Chris Evert ha illustrato cosa dovrebbe fare Roger se intende continuare a giocare.

Evert dà qualche consiglio a Roger Federer

“Se vuole tornare ad alti livelli, Roger Federer deve lavorare più duramente di quanto non abbia fatto fino ad ora. Deve rendersi conto che ci sono parecchi giovani in rampa di lancio che sono molto pericolosi.

Sarà sempre più dura alla sua età. Allo stesso tempo, è necessario che riesca a digerire un maggior numero di sconfitte rispetto al passato” – ha detto l’americana. Anche la sua storica ex rivale Martina Navratilova si è espressa sull’argomento: “Roger è tornato in discreta forma, ma è chiaro che non potrà ringiovanire.

La sfida con Hurkacz a Londra ci ha palesato tutte le sue difficoltà, oltre al fatto che non può più allenarsi come prima”.