Blake: "Djokovic ha preso un vantaggio su Roger Federer e Rafael Nadal"



by   |  LETTURE 15125

Blake: "Djokovic ha preso un vantaggio su Roger Federer e Rafael Nadal"

I Big 3 del tennis maschile sono stati il principale argomento di discussione nell’ultimo decennio e mezzo. Roger Federer e Rafael Nadal condividono attualmente il record all-time di Slam a quota 20, ma Novak Djokovic li incalza a 19 dopo aver sbaragliato la concorrenza in questa prima metà del 2021.

Il numero 1 del mondo avrà la ghiottissima chance di agganciare i suoi eterni rivali già domenica, quando andrà in scena la finale di Wimbledon. Il cinque volte campione del torneo londinese se la vedrà con Matteo Berrettini, autore di una fantastica cavalcata che ha zittito anche i più scettici.

Con Roger sul viale del tramonto e Rafa costretto ai box da qualche acciacco, sembra davvero che il 34enne di Belgrado possa infrangere il record di Major e rafforzare ulteriormente la sua candidatura per il titolo di GOAT.

Nel corso di un’intervista pubblicata sul sito di Wimbledon, James Blake – ex giocatore e attuale direttore del Miami Open – ritiene che la mentalità feroce sia una delle chiavi del successo prolungato di Djokovic.

James Blake elogia la forza mentale di Djokovic

“È davvero impressionante, non ci sono altre parole. Non bisogna dimenticare che Novak Djokovic è nel tour ormai da parecchio tempo, ha 34 anni e i suoi primi match risalgono a quando ne aveva 17.

Si potrebbe anche pensare che la stanchezza inizi a farsi sentire. Lo ha detto lui stesso che alla fine del Roland Garros si sentiva esausto. Come se nulla fosse, è riuscito a mettersi in perfetta forma per Wimbledon. Sia mentalmente che fisicamente, è in grado di rigenerarsi come nessun altro giocatore al mondo.

Io credo che voglia essere il primo nome su ogni libro dei record, è questo lo stimolo che lo guida maggiormente. Il dibattito sul GOAT è più accesso che mai e non sarà facile emettere un verdetto definitivo.

Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic hanno sempre dato priorità agli Slam, ma non è detto che la gente utilizzi quello come indicatore principale alla fine delle rispettive carriere. Sotto questo aspetto, ritengo che Nole chiuderà con più Major degli altri due” – ha analizzato Blake.