Toni Nadal si augura un tour di addio per Roger Federer



by   |  LETTURE 10108

Toni Nadal si augura un tour di addio per Roger Federer

Wimbledon 2021 potrebbe aver rappresentato l’ultima recita di Roger Federer nel suo Tempio, che lo ha visto trionfare per ben otto volte (oltre ad aver avuto sulla racchetta due chance per sollevare il nono trofeo).

Il fenomeno svizzero si è reso autore di una discreta cavalcata quest’anno, ma i quarti di finale non possono mai essere un risultato soddisfacente per una leggenda del suo calibro. A sbarrargli la strada è stato un ottimo Hubert Hurkacz, bravo a sfruttare una versione orribile del 20 volte campione Slam.

Nel momento clou del torneo, il 39enne di Basilea non è stato in grado di cambiare marcia, anzi ha evidenziato tutte le lacune che lo limitano alla soglia dei 40 anni. In conferenza stampa si sono susseguite tantissime domande sul suo futuro, con Re Roger che non ha fornito nessuna risposta certa.

Nella sua rubrica su ‘El Pais’, Toni Nadal ha difeso l’elvetico da tutti coloro che lo invitano ad appendere la racchetta al chiodo. Vedremo se l’ex numero 1 del mondo saprà lasciare tutti a bocca aperta per l’ennesima volta.

Toni Nadal elogia la grandezza di Roger Federer

“In diverse occasioni, mi è capitato di sentire che le grandi star dello sport dovrebbero ritirarsi quando sono ancora al top per non correre il rischio di rovinare il loro status.

Non sono d’accordo con questa visione, anche perché – se mi viene chiesto di pensare ai campionissimi – non mi è rimasta impressa l’immagine del loro declino. Ho fatto una breve rassegna stampa cogliendo i principali titoli emersi sui giornali.

Si parla di Hurkacz che ha demolito Federer, spesso utilizzando espressioni molto dure. A prescindere da quella che sarà la fine della sua carriera tennistica, niente e nessuno potrà inficiare il prestigio che Roger Federer si è guadagnato durante questi anni.

Gli auguro, come è ovvio che sia, di poter realizzare un tour di addio affinché i tifosi di ogni torneo possano dimostrargli il loro enorme affetto” – ha scritto Toni, che per più di un decennio ha seguito suo nipote Rafael in giro per il mondo.