Rosset: "Se Roger Federer ha un altro infortunio, è game over"



by   |  LETTURE 7430

Rosset: "Se Roger Federer ha un altro infortunio, è game over"

Da molti anni ci si interroga sul possibile ritiro di Roger Federer, che ha più volte smentito i critici dimostrando una longevità che ha pochissimi eguali nella storia dello sport. Quando si è sottoposto a ben due interventi chirurgici lo scorso anno, erano in pochi a ritenere che il fenomeno svizzero sarebbe tornato in campo.

L’ex numero 1 del mondo si è ripresentato a Doha lo scorso marzo, avendo totalizzato otto match ufficiali da lì fino a Wimbledon. Il 20 volte campione Slam, che compirà 40 anni fra poco più di un mese, ha disputato anche il Roland Garros per la seconda volta negli ultimi sei anni, dove è riuscito a spingersi fino agli ottavi.

Complice la dura maratona con Dominik Koepfer al terzo round, il 39enne di Basilea ha deciso di non rischiare dando forfait prima della sfida contro Matteo Berrettini. In una recente intervista a L’Equipe, Marc Rosset, vincitore della medaglia d’oro in singolare alle Olimpiadi di Barcellona 1992, ha spiegato come Federer debba prestare grandissima attenzione al suo fisico in questo momento della carriera.

Rosset: "Non può permettersi ricadute"

“C’è un aspetto che non va mai dimenticato quando analizziamo le scelte di Roger Federer in questa fase della sua carriera. Se improvvisamente si verifica una ricaduta, oppure un altro problema al ginocchio, è finita per sempre” – ha sentenziato Rosset.

“Non è possibile andare sotto i ferri una terza volta e poi tornare, quando magari avrà 41 anni. Questo ragionamento è ben impresso nel suo cervello” – ha aggiunto. Marc sostiene che Roger abbia tutto il diritto di decidere quando appendere la racchetta al chiodo.

“Se ami il tennis come lo ama lui, se hai avuto il tipo di carriera che ha avuto lui, bisogna lasciargli la facoltà di scegliere quando finirla. Lui vuole giocare il più a lungo possibile e capisco i dubbi dei suoi tifosi, ma forse sarebbe meglio prendere le cose un po’ più alla leggera” – ha chiosato. L’elvetico dovrebbe partecipare anche ai Giochi Olimpici di Tokyo.