Toni Nadal spiega quali sono i suoi dubbi su Roger Federer



by   |  LETTURE 10622

Toni Nadal spiega quali sono i suoi dubbi su Roger Federer

Roger Federer ha effettuato il suo ritorno nel circuito a marzo partecipando al torneo di Doha, in cui ha raggiunto i quarti di finale cedendo in rimonta a Nikoloz Basilashvili. Dopo un ulteriore blocco di allenamenti a Dubai, il fenomeno svizzero si è recato a Ginevra per iniziare la stagione sulla terra rossa.

La sua corsa – tuttavia – si è interrotta bruscamente all’esordio per mano di Pablo Andujar. Contrariamente alle aspettative della vigilia, l’ex numero 1 del mondo è volato a Parigi per il Roland Garros, in quello che rappresentava il suo primo Major dagli Australian Open 2020.

La sua cavalcata nella capitale francese è stata più che dignitosa, visto che Re Roger ha centrato gli ottavi prima di annunciare un ritiro precauzionale. I passi in avanti mostrati al French Open sono stati quasi annientati dalla prematura disfatta ad Halle, un torneo in cui Federer aveva trionfato per ben dieci volte.

Il 39enne di Basilea è uscito di scena al secondo turno per mano di Felix Auger-Aliassime, oltre ad aver mancato l’appuntamento con i quarti per la prima volta dal lontano 2001. In una recente intervista concessa a MARCA, Toni Nadal ha fatto il punto sullo stato di forma del Maestro alla vigilia di Wimbledon.

Toni Nadal: "Federer era in grande difficoltà ad Halle"

“Come è normale che sia, per un giocatore della sua età non è facile giocare una serie di partite al meglio dei cinque set. Roger Federer ha qualità sufficienti per battere chiunque, ma non so se sia ancora in grado di disputare più incontri ad elevata intensità per due settimane” – ha illustrato Toni.

“D’altro canto, con Roger puoi sempre aspettarti di tutto. Lo ha dimostrato più volte nel corso della sua carriera. Stavolta – però – ho qualche dubbio in più. L’ho visto giocare ad Halle contro Felix e nel terzo set erano evidenti le sue difficoltà” – ha aggiunto.

L’esordio di Federer a Wimbledon è previsto per martedì contro il francese Adrian Mannarino. A seguire ci sarebbe Richard Gasquet o il giapponese Sugita.