Wilander: "Speriamo di rivedere Roger Federer, Nadal e Djokovic nello stesso torneo"



by   |  LETTURE 4035

Wilander: "Speriamo di rivedere Roger Federer, Nadal e Djokovic nello stesso torneo"

Rafael Nadal non è stato in grado di conquistare il suo 14° titolo al Roland Garros questo mese, oltre a dover rimandare l’appuntamento con il sorpasso all’eterno rivale Roger Federer nella classifica all-time degli Slam.

Il cammino del fuoriclasse spagnolo a Parigi si è interrotto in semifinale contro Novak Djokovic, capace di infliggergli la terza sconfitta assoluta nella capitale francese involandosi verso il successo. Pochi giorni dopo l’eliminazione al French Open, l’ex numero 1 del mondo ha annunciato che non parteciperà né a Wimbledon né alle Olimpiadi di Tokyo.

Il 35enne di Manacor si prenderà un paio di mesi di riposo al fine di rigenerarsi, per poi tornare in campo all’inizio dello swing americano. Non è la prima volta che Rafa salta i Championships dopo aver fallito l’assalto al Roland Garros (era già accaduto nel 2009 e nel 2016), ma non c’è dubbio che la settimana in meno abbia inciso nella decisione dell’iberico.

In una recente intervista a ‘Marca’, Mats Wilander ha espresso la sua delusione per la scelta del 20 volte campione Slam.

Wilander: "La settimana in meno non ha aiutato Nadal"

“Posso capire che i Giochi Olimpici rappresentino un rischio dal punto di vista fisico, soprattutto perché si disputeranno abbastanza a ridosso degli US Open.

Al contempo, sono deluso che Rafael Nadal non giochi a Wimbledon” – ha ammesso il sette volte campione Slam. “Suppongo che abbia una buona ragione, altrimenti si sarebbe recato a Londra. È chiaro che la settimana in meno tra il Roland Garros e Wimbledon non lo abbia aiutato, soprattutto in considerazione del suo stile di gioco.

Mi sarebbe piaciuto vedere nuovamente Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic lottare fra loro per scrivere ulteriori pagine di storia” – ha aggiunto. Il serbo ha la concreta opportunità di realizzare il Grande Slam quest’anno.

“Certo, Nole può farcela. Bisognerà vedere con quali energie si presenterà a New York in caso di trionfo a Wimbledon. Vuole dimostrare di essere un superuomo e lo è, ma non sarà facile mantenere lo stesso livello di intensità” – ha analizzato Wilander.