Federer, dalle condizioni del ginocchio al suo obiettivo in vista di Wimbledon



by   |  LETTURE 5838

Federer, dalle condizioni del ginocchio al suo obiettivo in vista di Wimbledon

Roger Federer ha partecipato alla 120ª edizione del Roland Garros e, dopo aver vinto le prime tre partite, ha deciso di ritirarsi prima del match di ottavi di finale contro Matteo Berrettini per non rischiare un nuovo infortunio e recuperare al 100% per la stagione sull’erba.

Ricordiamo che il campione svizzero, prima dello Slam parigino, aveva disputato solo due tornei nell’ultimo anno e mezzo a causa dell’infortunio al ginocchio che lo ha costretto a un doppio intervento chirurgico e a una lunga riabilitazione.

Federer ha infatti partecipato ai tornei ATP 250 di Doha e Ginevra. Nell’evento qatariota ha raggiunto i quarti di finale dopo aver battuto Daniel Evans all’esordio. A fermare il suo cammino a Doha è stato un sorprendente Nikoloz Basilashvili, che ha poi vinto il torneo.

A Ginevra, invece, Federer ha perso agli ottavi di finalr contro un ottimo Pablo Andujar.

Federer è pronto per il torneo di Halle

La prossima settimana, Federer tornerà finalmente in campo sulla sua superficie preferita e ripartirà da Halle, torneo che ha già vinto 10 volta nel corso della sua incredibile carriera.

Lo svizzero ha già raggiunto la Germania ed è stato accolto in maniera calorosa dall’organizzazione del torneo, che lo ha omaggiato con una torta speciale. In un’intervista a Suddeutsche Zeitung, Federer ha parlato proprio delle sue attuale condizioni e delle sue aspettative.

“Amo giocare sull’erba, rappresenta la tradizione del tennis. Mi sono allenato ieri per la prima volta in Germania( con Kei Nishikori, ndr) e ho cercato di non muovermi troppo perché sto ancora recuperando dal fastidio al ginocchio sorto a Parigi” , ha spiegato il 20 volte vincitore Slam.

“Non so se l’obiettivo numero uno della prossima settimana sarà quello di vincere il torneo, perché non ho giocato abbastanza per arrivare ad Halle con questa chiara aspettativa. In ogni caso, la priorità è arrivare in forma e in salute a Wimbledon.

Sono curioso di vedere cosa sono ancora capace di fare, e la verità è che ho ottime sensazioni” .