Rune: "Ci sono degli elementi in comune tra Roger Federer e Novak Djokovic"



by   |  LETTURE 3931

Rune: "Ci sono degli elementi in comune tra Roger Federer e Novak Djokovic"

I Big 3 sono stati un punto di riferimento per qualsiasi giocatore nell’ultimo decennio e mezzo. Oltre ad aver monopolizzato il circuito ATP come mai era accaduto nella storia di questo sport, Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic sono riusciti a mantenersi al vertice anche dopo aver superato i 30 anni.

I tre mostri sacri hanno messo in bacheca la bellezza di 58 Slam complessivi, una cifra destinata probabilmente ad aumentare quando mancano pochissimi giorni all’inizio del Roland Garros. Nadal sarà ancora una volta il favorito numero uno a Parigi, ma dovrà guardarsi le spalle da un Djokovic bellicoso dopo la severa lezione incassata lo scorso anno.

Più defilato in questo momento Roger Federer, non ancora al top della condizione e vicino ormai ai 40 anni. Il fenomeno di Basilea proverà a sparare il suo ultimo colpo sull’erba di Wimbledon fra poco più di un mese.

Nel corso di una recente intervista, il giovane talento danese Holger Rune ha raccontato le sue sensazioni dopo essersi allenato qualche volta con Federer e Djokovic.

Rune: "Il mio giocatore preferito è Roger Federer"

“Il mio giocatore preferito è Roger Federer, mi sono scaldato con lui in diverse occasioni.

Ciò che mi ha impressionato è il fatto che è sempre molto rilassato, oltre ad avere la capacità di alzare il suo livello da un momento all’altro” – ha confessato Rune, che attualmente occupa la posizione numero 313 del ranking ATP.

“Novak Djokovic è davvero eccezionale. Mentre gioca è super concentrato, per poi diventare giovale e scherzoso non appena è terminato l’allenamento” – ha aggiunto. Rune è diventato professionista lo scorso anno e vanta un record di 2-5 in questa stagione.

Dopo aver perso al primo round del Montecarlo Masters per mano di Casper Ruud, Holger si è arreso allo spagnolo Albert Ramos a Barcellona togliendosi comunque la soddisfazione di passare le qualificazioni. Il danese è impegnato questa settimana nel Challenger di Oeiras, dove lunedì ha avuto la meglio in due set sull’olandese Tim van Rijthoven.