Thiem è ancora sbalordito dal livello di Roger Federer, Rafael Nadal e Djokovic



by   |  LETTURE 4392

Thiem è ancora sbalordito dal livello di Roger Federer, Rafael Nadal e Djokovic

Dominic Thiem non ha iniziato il 2021 come avrebbe sperato, essendo stato vittima di una crisi depressiva che ha influito sul suo rendimento in campo. L’austriaco non è riuscito ad andare oltre gli ottavi a Melbourne Park, dove l’anno prima si era issato fino all’ultimo atto (perso in cinque set contro Novak Djokovic).

Il momento negativo del numero 4 ATP è proseguito a Doha e Dubai, dove sono arrivate due sconfitte tanto premature quanto preoccupanti. L’allievo di Nicolas Massu è parso infatti svuotato e privo di motivazioni, oltre che ben lontano dalla miglior forma fisica.

Per tutta questa serie di motivi, il vincitore degli US Open 2020 ha deciso di prendersi una pausa rinunciando anche al primo Masters 1000 sulla terra rossa a Montecarlo. In una lunga intervista concessa a ‘El Pais’ alla vigilia del Mutua Madrid Open, Thiem ha affermato di annoverare Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic tra i migliori atleti di ogni epoca, grazie alla loro incredibile longevità ad altissimi livelli.

A Flushing Meadows lo scorso anno, Dominic è diventato il primo tennista nato negli anni ’90 ad aggiudicarsi un Major.

Thiem: "È difficile per chiunque trovare le motivazioni"

“Quello che hanno realizzato Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic è davvero fuori da ogni logica” – ha esordito Thiem.

“Anche vincere un solo Slam non è per niente facile, ci sono giocatori che non riescono a farlo in un’intera carriera. Non ho dubbi che i Big 3 siano da considerare fra i migliori atleti di tutti i tempi” – ha aggiunto.

L’austriaco è un fan sfegatato del Chelsea, che sarà impegnato mercoledì nel ritorno della semifinale di Champions League contro il Real Madrid. “Non è affatto divertente guardare le partite senza pubblico negli stadi.

L’andata tra Chelsea e Real sarebbe stata fantastica in un contesto normale, ma questa volta hanno giocato in un piccolo stadio senza nessuno in tribuna. Non è stato un grande spettacolo, devo essere sincero. La gente deve capire che è difficile per chiunque trovare le giuste motivazioni in un periodo del genere”.