Anderson: "Posso ancora giocarmela con Roger Federer, Nadal e Djokovic"



by   |  LETTURE 2198

Anderson: "Posso ancora giocarmela con Roger Federer, Nadal e Djokovic"

Kevin Anderson ha pagato a carissimo prezzo il grande sforzo effettuato nel 2018, la stagione migliore di tutta la sua carriera, quella in cui ha raggiunto la finale a Wimbledon qualificandosi alle ATP Finals per la prima volta in assoluto.

Il tennista sudafricano ha dovuto fare i conti con tantissimi problemi fisici nei due anni successivi, che lo hanno fatto sprofondare nel ranking obbligandolo a lunghi periodi lontano dai campi. Il gigante di Johannesburg ha dato qualche segnale di risveglio in questo inizio di 2021, anche se la strada è ancora molto lunga per rivederlo ai livelli che gli competono.

All’esordio nell’ATP di Estoril questa settimana, Kevin ha battuto in rimonta l’americano Frances Tiafoe dopo una battaglia di quasi tre ore. Anderson è stato costretto a salvare anche un match point nel secondo set, mettendo in mostra un’abnegazione degna dei suoi giorni migliori.

Intervistato dal sito dell’ATP subito dopo il match, il 34enne ha dichiarato di sentirsi competitivo nonostante l’avanzare dell’età. Il suo sogno è potersela giocare nuovamente con Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer per i titoli più importanti.

Anderson: "Spero soltanto che il fisico mi assista"

“Quella contro Tiafoe è stata una partita molto importante per me, mi sono sentito veramente bene in campo. Anche se avessi perso, sarei stato comunque felice del mio rendimento” – ha analizzato il finalista degli US Open 2017.

“Penso che un match del genere possa rappresentare una svolta nella mia stagione, sono sulla buona strada per tornare al livello che desidero. So che è molto difficile, ma continuo a giocare perché so che – se il fisico mi dà una mano – posso lottare ancora con Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic per vincere uno Slam o un Masters 1000” – ha aggiunto Anderson.

Lo spicchio di stagione sulla terra non è certo il più adatto alle caratteristiche del sudafricano, ma l’erba potrebbe aiutarlo a rivivere i vecchi fasti. Proprio Wimbledon sarà uno degli appuntamenti cerchiati in rosso sul suo calendario.