Berrettini confida in un prossimo declino di Federer, Djokovic e Nadal



by   |  LETTURE 3088

Berrettini confida in un prossimo declino di Federer, Djokovic e Nadal

La stagione 2021 di Matteo Berrettini è iniziata ad Antalya, dove ha raggiunto i quarti di finale prima di essere sconfitto in due set dall’imprevedibile Aleksandr Bublik. In ATP Cup ha ottenuto incoraggianti vittorie contro Dominic Thiem, Gael Monfils e Roberto Bautista Agut, trascinando l’Italia in finale dove ha perso per mano del russo Daniil Medvedev, con il punteggio di 6-4 6-2.

Agli Australian Open, Matteo ha raggiunto il quarto turno dopo aver superato Kevin Anderson, Tomas Machac e Karen Khachanov, ma ha dovuto rinunciare prima ancora di scendere in campo contro Stefanos Tsitsipas a causa di un infortunio addominale.

Negli scorsi giorni è tornato in campo in occasione del Forte Village Sardegna Open di Cagliari, dove ha disputato il tabellone di doppio assieme al fratello Jacopo: i due si sono fermati in semifinale, battuti da Simone Bolelli e Andrés Molteni.

Matteo Berrettini parla dei Big 3

A Monte Carlo, primo evento Masters 1000 su terra battuta della stagione, Matteo ha perso in due set contro Alejandro Dadidovich Fokina, in quella che è stata la sua prima partita di singolare dagli Open d’Australia a Melbourne.

Intervistato prima del suo debutto al Serbia Open di Belgrado, dove affronterà il connazionale Marco Cecchinato, il tennista romano si è detto fiducioso di un prossimo declino del dominio di Novak Djokovic, Rafael Nadal e Novak Djokovic: “Credo che alla fine accadrà.

Non solo per la loro età, ma anche per l’esperienza che giocatori come Medvedev, Thiem e Zverev stanno guadagnando. Hanno già dimostrato di poter giocare ad un livello alto e ora ci sono più tennisti che hanno accumulato un sacco di esperienza affrontando situazioni di pressione, soprattutto contro i Big 3”.

Berrettini ha infine commentato il dominio ancora assoluto dei più forti negli eventi del Grand Slam, un tipo di tornei in cui i più giovani non riesco a sfondare: “Credo sia una bella cosa che non tutto sia appannaggio dei Big 3.

Però, gli Slam lo sono ancora un pochino. Ma io continuo a pensare che qualcosa cambierà anche nei Major”. Le parole dell’italiano sono state pubblicate da EssentiallySports. Photo Credit: Sky Sport