Roger Federer esprime una coraggiosa affermazione su Rafael Nadal



by   |  LETTURE 11327

Roger Federer esprime una coraggiosa affermazione su Rafael Nadal

Nel corso dei decenni, il tennis si è evoluto e non di poco. Una delle grandi difficoltà nello sforzo – probabilmente inutile – di individuare a tutti i costi il più grande giocatore della storia (il famoso ‘GOAT’), come spesso avviene tra i tifosi, sta proprio in questo: non è semplice e forse non è nemmeno giusto paragonare epoche diverse, dal momento che la tecnologia compie passi da gigante ogni anno che passa (soprattutto nel terzo millennio).

Secondo molti, ad esempio, il campionissimo spagnolo Rafael Nadal avrebbe trovato notevoli difficoltà nel scendere in campo con le racchette di legno, poiché queste gli avrebbero impedito di giocare il suo famoso topspin.

Ciò non ha trovato però d’accordo il suo rivale Roger Federer, come rivelato nel libro ‘Acting and thinking like Roger Federer’.

Federer: “Io la penso diversamente”

Secondo il fenomeno svizzero, infatti, Nadal avrebbe presto trovato un modo per sopperire al suo deficit: “Molti pensano che Rafa non avrebbe potuto giocare con le racchette di legno, io invece non sono d’accordo.

Il suo diritto sarebbe stato meno spettacolare. Ma avrebbe adattato il suo movimento e avrebbe trovato una soluzione per sfruttare il suo talento colpendo più piatto. La stessa cosa per Rod Laver. Lui giocava piatto perché era quello lo stile dell’epoca.

Ma avrebbe potuto giocare in topspin facilmente con le racchette di oggi. Le migliori mani e i migliori occhi si adattano a tutto; imparano, si evolvono”. Il fuoriclasse australiano, classe 1938, è stato l’unico giocatore nella storia del nostro sport capace di realizzare due volte il Grand Slam: nel 1962, da dilettante, e nel 1969, in quella che è stata l’ultima volta nell’Era Open.

Il torneo Major che ha visto trionfare in più occasioni Laver è stato quello di Wimbledon, dove ha vinto quattro volte (comprese tra il 1961 e il 1969). Laver ha fatto il suo ingresso nella International Hall of Fame di Newport nel 1981. Photo Credit: Sky Sport