Papà Djokovic spiega l'origine del suo astio verso Roger Federer



by   |  LETTURE 15473

Papà Djokovic spiega l'origine del suo astio verso Roger Federer

Oltre ad aver dato vita ad una delle principali rivalità dell’era moderna, Roger Federer e Novak Djokovic hanno avuto un rapporto turbolento anche fuori dal campo. Non sempre lo svizzero e il serbo hanno nutrito stima reciproca, complice soprattutto qualche episodio risalente ai primi anni della carriera di Nole.

Con il passare del tempo, la loro relazione si è stabilizzata e i due hanno anche giocato un doppio insieme alla Laver Cup nel 2018. L’attuale numero 1 del mondo ha impedito al fenomeno di Basilea di conquistare il suo nono Wimbledon due anni fa, nonostante tutto sembrasse apparecchiato per il trionfo di Re Roger.

Con due match point a disposizione sul suo servizio, Federer ha sprecato la sua chance arrendendosi poi nel tiebreak del quinto set. A dispetto della ritrovata serenità tra Roger e Novak, il padre di quest’ultimo - Srdjan - sembra sfruttare qualsiasi occasione per gettare benzina sul fuoco.

Nel corso di una recente intervista a ‘Nova.rs’, Djokovic Sr. ha lanciato l’ennesima stilettata verso il 20 volte campione Slam. In particolare, Srdjan ha riportato alla memoria uno screzio avvenuto durante la serie di Coppa Davis tra Svizzera e Serbia nel lontano 2006.

Srdjan Djokovic: "Federer non è un grande uomo"

“Circa 15 anni fa, Roger Federer ha aggredito verbalmente mio figlio quando era entrato da pochissimo nel circuito, aveva tra i 18 e i 19 anni più o meno.

Forse già sapeva che sarebbe diventato un giocatore migliore di lui” – ha esordito Srdjan. “Non ho mai negato che Roger sia uno dei migliori di sempre, ma non significa necessariamente che debba essere un grande uomo” – ha rincarato la dose.

Novak Djokovic si è aggiudicato gli Australian Open ad inizio anno, riducendo ulteriormente il gap da Federer e Nadal. “Ha preso le parti migliori da me e da mia moglie. Da me il coraggio e l'ambizione, da mia moglie la concentrazione.

Sono sempre tesissimo quando guardo le sue partite. Della finale degli Australian Open sono riuscito a vedere solo qualche minuto, non vedevo l’ora che finisse” – ha chiosato.