Papà Djokovic sfida ancora Roger Federer



by   |  LETTURE 12115

Papà Djokovic sfida ancora Roger Federer

Novak Djokovic ha saputo inserirsi nella rivalità tra Roger Federer e Rafael Nadal infrangendone il duopolio e affermandosi come il grande dominatore dell’ultimo decennio. Il fuoriclasse serbo ha ridotto sensibilmente il gap che lo divide dallo svizzero e dallo spagnolo, merito anche del recente trionfo agli Australian Open 2021.

Il nono trionfo a Melbourne Park gli ha infatti consentito di salire a quota 18 Major, a due sole lunghezze di distanza dagli eterni rivali nella classifica all-time. All’inizio di marzo, il 33enne di Belgrado si è tolto l’ulteriore soddisfazione di battere il record di settimane in vetta al ranking ATP (grazie anche al nuovo sistema introdotto per fronteggiare le conseguenze della pandemia).

A dispetto degli innumerevoli successi ottenuti in campo, Nole ha sempre attirato su di sé parecchi detrattori. Nei giorni scorsi, suo padre Srdjan ha lanciato l’ennesima stilettata verso Federer. Non è la prima volta che Djokovic Sr.

spende parole poco gentili nei confronti dei principali avversari del figlio, una tendenza che finisce per danneggiare anche l’immagine del 18 volte campione Slam.

Djokovic Sr.: "Spero che Federer continui ancora a lungo"

“Penso che sia davvero complicato essere amico di qualcuno con cui sei in continua lotta per il numero 1, per i titoli e per i soldi” – ha spiegato Srdjan in merito alla rivalità fra i Big 3.

“Tutto sommato sono corretti fra di loro. Dal mio punto di vista, sarei contento se Roger Federer giocasse ancora per altri 5-6 anni, in modo che Novak Djokovic possa scavare una differenza ancora maggiore nel bilancio degli head-to-head” – ha rincarato la dose.

Nel corso delle ultime stagioni, i confronti diretti tra Nole e Roger si sono spostati decisamente nella direzione del numero 1 ATP (soprattutto nei tornei dello Slam). Basti pensare che l’ultima vittoria di Federer su Djokovic in un Major risale addirittura alla semifinale di Wimbledon 2012, ben nove anni fa.

Il 39enne di Basilea ha avuto una ghiottissima occasione proprio ai Championships nel 2019, ma le sue speranze si sono infrante al quinto set dopo aver sprecato due match point.