Rientro Roger Federer, cosa ne pensa Wilander



by   |  LETTURE 3620

Rientro Roger Federer, cosa ne pensa Wilander

Il ritorno al tennis giocato di Roger Federer ha acceso le fantasie di tutti gli appassionati, addetti ai lavori e giornalisti del settore. Capire come si presenterà lo svizzero al primo appuntamento stagionale dopo più di un anno di assenza dall’ultimo incontro giocato (la semifinale di Melbourne contro Djokovic) è la più grande curiosità.

La forma fisica sarà già tonica, i piedi fluttueranno come ai vecchi tempi, il suo tennis è rimasto geniale e repentino? Tutte domande legittime e per certi versi scontate, a cui si è aggiunta una riflessione formulata da Mats Wilander per il quotidiano francese l’Equipe, su cui è solito scrivere l’ex tennista svedese.

Nello specifico l’attuale commentatore presso il canale televisivo Eurosport ha proposto una personale visione del ritorno di Federer, concentrandosi sullo spirito del 20 volte campione slam, determinato a competere al buio, senza sapere cosa aspettarsi.

"Questo rientro dopo tanti mesi mostra anche che Roger ha coraggio, perché non ha paura di rovinare la sua immagine prendendo 6-1, 6-1 da un outsider. Tanti tennisti ne sono spaventati. Penso che a Roger non possa importare più di tanto invece.

Lui torna per altri motivi. In particolare lui vuole testare il proprio tennis e trovare una soluzione in campo per uscire dagli scambi da vincitore. Vuole risolvere i problemi"

Sarà un ritorno in stile Melbourne 2017?

Ricordando il suo ritorno nel 2017, anno in cui Roger aveva cambiato in parte il proprio modo di giocare, in particolare abbandonando quasi lo slice di rovescio, Mats ritiene che lo svizzero potrà rimanere in corsa per i grandi titoli, ma lo dovrà fare costruendo armi e strategie già dall’inizio: “Io penso che sarà in grado di costruire il proprio gioco sulla sua strategia lanciata nel 2017.

Dopodiché, cosa succederà se non avrà queste armi? Tornerà alla ricerca di soluzioni ... Una cosa è certa: le sue prime partite saranno determinanti per riacquistare la fiducia su cui costruire il suo percorso in questa stagione" – ha concluso Wilander.