Allegro: "Roger Federer ha qualcosa di diverso da Rafael Nadal e Novak Djokovic"



by   |  LETTURE 2364

Allegro: "Roger Federer ha qualcosa di diverso da Rafael Nadal e Novak Djokovic"

I fan non dovranno pazientare ancora molto per rivedere Roger Federer in azione. L’ex numero 1 del mondo, che non mette piede in campo da oltre un anno, è iscritto all’ATP 250 di Doha e farà il suo esordio martedì o mercoledì contro il vincente tra Daniel Evans e Jeremy Chardy.

Una duplice operazione al ginocchio destro ha messo a dura prova il fisico del 39enne di Basilea, che vuole darsi un’ultima chance prima di apprendere definitivamente la racchetta al chiodo. I principali obiettivi del fenomeno svizzero saranno Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo, senza dimenticare gli US Open a fine estate.

Il nuovo sistema di ranking ha dato una grossa mano al Re, consentendogli di restare vicino alle posizioni di vertice, ma bisognerà vedere la reazione del suo corpo dopo i primi incontri. A pochi giorni dall’attesissimo debutto del Maestro, alcuni illustri esponenti dello sport svizzero hanno esternato le loro opinioni sul 20 volte campione Slam.

Tra questi c’è Yves Allegro, con un passato nel tour ATP e grande amico di Federer.

Allegro: "Roger Federer è un tennista unico"

“Il modo di giocare di Roger Federer è assolutamente unico” – ha esordito Allegro ai microfoni di ‘Aargauer Zeitung’.

“Roger non ha nulla a che vedere con Rafael Nadal e Novak Djokovic. Un fenomeno assoluto come Federer può vincere tornei fino a quando sarà in campo. Se ha deciso di tornare, significa che crede di potercela fare” – ha rincarato la dose.

Viola Amherd, membro del Consiglio federale svizzero dal 2019, ha ammesso di essere una fan di lunga data di Roger. “Seguo la magnifica carriera di Roger Federer da tantissimi anni e sono una sua grande ammiratrice. Lo apprezzo non solo come giocatore di livello mondiale, ma anche come persona e come padre di famiglia”.

Le fa eco Madeleine Barlocher: “L’eleganza e lo stile di Federer sono inimitabili, tutti ne hanno sentito la mancanza. Seguo sempre le sue partite e non riesco a gestire l’ansia quando il punteggio è in bilico”.