Roger Federer rivela chi sono i suoi migliori amici nel Tour



by   |  LETTURE 13485

Roger Federer rivela chi sono i suoi migliori amici nel Tour

Dopo uno stop lungo oltre un anno, Roger Federer farà il suo ritorno in grande stile all’ATP 250 di Doha. La sua ultima apparizione ufficiale risale agli Australian Open 2020, dove ha raggiunto quasi miracolosamente le semifinali cedendo in tre set a Novak Djokovic.

L’otto volte campione di Wimbledon ha subito poi due interventi al ginocchio destro, che lo hanno tenuto fermo per il resto della stagione facendo temere un suo possibile ritiro. Alla soglia dei 40 anni, il fenomeno svizzero ha deciso di rimettersi in gioco per l’ennesima volta.

Grazie al nuovo sistema di ranking introdotto per mitigare gli effetti della pandemia, il 39enne di Basilea si è mantenuto nelle primissime posizioni generando anche qualche polemica. Il 20 volte campione Slam ha sottolineato a più riprese come i suoi principali obiettivi saranno Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo, che si svolgeranno quest’estate per via dell’emergenza Coronavirus.

Poco dopo il suo arrivo a Doha, Re Roger ha partecipato ad una sessione di domande e risposte con i suoi fan. All’elvetico è stato chiesto quali fossero i suoi migliori amici nel tour.

Federer: "Non ho problemi con nessuno nel circuito"

“I miei migliori amici nel mondo del tennis? Devo ammettere che la maggior parte di loro si sono ormai ritirati.

Sono cordiale e amichevole con quasi tutti i ragazzi che ci sono nel circuito. Ho un legame più stretto soprattutto con i miei connazionali, mi alleno spesso con Stan Wawrinka. Non ho problemi con nessuno. Ho sempre considerato il circuito quasi come se fosse la mia seconda famiglia” – ha dichiarato il Maestro.

Federer torna a disputare il torneo di Doha per la prima volta dal lontano 2012, quando non scese in campo per la semifinale contro Jo-Wilfried Tsonga a causa di un problema alla schiena. L’ex numero 1 del mondo si è imposto per ben tre volte in Qatar, nel 2005, 2006 e infine nel 2011.

Roger dovrebbe partecipare anche all’ATP 500 di Dubai in programma la settimana successiva (in cui ha trionfato otto volte).