Borg: "Roger Federer ha cinque grandi obiettivi quest'anno"



by   |  LETTURE 5354

Borg: "Roger Federer ha cinque grandi obiettivi quest'anno"

Esattamente come Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic, la leggenda svedese Bjorn Borg è uno dei pochissimi giocatori capaci di vincere sia il Roland Garros che Wimbledon. L’impresa dell’ex numero 1 del mondo di trionfare per ben sei volte a Parigi e cinque a Londra è destinata a rimanere scolpita per sempre negli almanacchi di storia del tennis.

Nel corso di una recente intervista al quotidiano ‘La Stampa’, è stato chiesto a Bjorn se abbia mai dato consigli a Federer e Nadal durante la loro carriera. Lo svizzero e lo spagnolo sono a pari merito con 20 Slam ciascuno, dopo che il 34enne maiorchino si è aggiudicato l’ennesimo Roland Garros ad ottobre dello scorso anno.

Alle loro spalle c’è sempre Djokovic, che li incalza a quota 18 Major grazie al nono successo agli Australian Open una decina di giorni fa. Federer, assente dal circuito da oltre un anno per via di un doppio intervento al ginocchio, farà il suo rientro la settimana prossima sul cemento di Doha.

Nel mirino ci sono Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo.

Borg: "Federer e Nadal sanno benissimo cosa fare"

“Roger Federer e Rafael Nadal sono due dei giocatori più forti in assoluto, sanno benissimo da soli cosa è meglio fare.

Sono abbastanza impressionato da quanto siano ancora motivati e concentrati in campo. Sono persone fantastiche anche al di fuori del rettangolo di gioco” – ha dichiarato Borg, che è l’attuale capitano del Team Europe in Laver Cup.

“Diciamo che loro conoscono la mia storia e io so cosa stanno passando. Sono molto più vecchio, ma ho vissuto le loro stesse esperienze, ecco perché ci capiamo perfettamente. Mi è dispiaciuto che Roger Federer abbia deciso di non giocare in Australia, credo che avrebbe avuto una chance.

I suoi obiettivi quest’anno sono 5: restare in salute, Wimbledon, le Olimpiadi di Tokyo, gli US Open e la Laver Cup” – ha aggiunto. In molti ritengono che questa stagione possa essere l’ultima del Maestro di Basilea prima del ritiro.