Nishioka: "Roger Federer è simile a Pikachu"



by   |  LETTURE 1861

Nishioka: "Roger Federer è simile a Pikachu"

Una duplice operazione al ginocchio destro ha messo fuori gioco Roger Federer per quasi tutta la scorsa stagione. Anche per via dei tragici effetti della pandemia globale, il fenomeno svizzero ha deciso di non forzare i tempi di recupero e di prendersi tutto il tempo necessario per tornare al 100% della forma.

L’ex numero 1 del mondo ha saltato anche gli Australian Open 2021, rinunciando alla trasferta Down Under per la prima volta nelle ultime 23 edizioni. Il 39enne di Basilea farà il suo rientro fra circa una settimana, in occasione dell’ATP 250 di Doha, che scatterà l’8 marzo in una delle strutture più moderne del circuito.

Il 20 volte campione Slam ha conquistato ben tre titoli in Qatar, l’ultimo dei quali risale esattamente a dieci anni fa. Se tutto andrà per il meglio, Re Roger dovrebbe prendere parte anche all’ATP 500 di Dubai, mentre sembra improbabile la sua presenza al Masters 1000 di Miami alla fine del prossimo mese.

Nel frattempo, Yoshihito Nishioka è stato ospite ad un evento per celebrare il 25° anniversario del gioco ‘Pokemon Red and Green’ nel suo paese. Al 25enne giapponese, avido collezionista di carte da Pokemon, è stato chiesto di associare un tennista al popolarissimo Pikachu.

Nishioka paragona Federer a Pikachu

“Di sicuro Roger Federer” – ha risposto Nishioka. “Penso che sia il giocatore più famoso di tutti i tempi, sia maschile che femminile. Tutti conoscono Pikachu, quindi mi pare naturale l’associazione con Federer” – ha aggiunto il nipponico.

Molti si domandano quali saranno le condizioni di Federer dopo oltre un anno di assenza. A questo interrogativo ha provato a rispondere il suo storico trainer Pierre Paganini: “Dobbiamo vedere come reagisce il suo corpo partita dopo partita.

Al momento giocherà sicuramente a Doha, poi vedremo cosa fare. Valuteremo gli sforzi e la reazione del suo fisico dopo i primi match. Abbiamo bisogno di maggiori informazioni prima di sapere con certezza se tutto il percorso degli ultimi mesi ha funzionato”.