Djokovic: "Anche Rafael Nadal e Roger Federer possono vincere altri Slam"



by   |  LETTURE 2484

Djokovic: "Anche Rafael Nadal e Roger Federer possono vincere altri Slam"

L’ennesima vittoria di Novak Djokovic agli Australian Open ha riaperto il dibattito sull’inferiorità dei Next Gen rispetto ai tre mostri sacri. Dominic Thiem si è aggiudicato gli US Open lo scorso anno, mentre Alexander Zverev, Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev corrispondono agli ultimi tre campioni delle Nitto ATP Finals.

I Big 3 (Djokovic, Roger Federer e Rafael Nadal) hanno però ribadito di essere i migliori nei palcoscenici più importanti, avendo la capacità di innalzare il loro livello nei frangenti decisivi. Il numero 1 del mondo ha sfoderato una prestazione eccezionale nell’ultimo atto contro Medvedev, che non è riuscito ad arginare la superiorità del serbo nonostante fosse partito con i favoriti dei bookmakers.

Grazie alla cavalcata trionfale a Melbourne Park, il 33enne di Belgrado è destinato a superare il record di Roger Federer di settimane in vetta al ranking ATP. Durante la conferenza stampa post-match, il 18 volte campione Slam ha illustrato come l’esperienza permetta spesso ai Big 3 di indirizzare a loro favore anche le situazioni più complicate.

Djokovic: "L'esperienza ci permette di uscire da situazioni difficili"

“Abbiamo l’esperienza necessaria per sapere cosa fare. Siamo in grado di vincere le partite al meglio dei cinque set su tutte le superfici” – ha spiegato Nole.

“Credo che questo abbia reso il compito ancora più impegnativo per i ragazzi della Next Gen” – ha aggiunto Djokovic, che si è portato a due sole lunghezze di distanza da Roger Federer e Rafael Nadal nella classifica degli Slam.

“Se proviamo ad ipotizzare alcuni calcoli, Rafa potrebbe vincere ancora al Roland Garros o in altri tornei, lo stesso vale per Roger. Ognuno ha il proprio viaggio e il proprio modo di fare la storia. Loro due hanno già scritto pagine indelebili di storia, oltre ad aver lasciato un segno enorme all’interno di questo sport.

Io sto tentando di costruire il mio percorso in un modo che sia unico e adatto al mio stile” – ha precisato il nove volte campione degli Australian Open.