Roger Federer: "I miei figli mi dicono di non interferire quando giochiamo a tennis"



by   |  LETTURE 7913

Roger Federer: "I miei figli mi dicono di non interferire quando giochiamo a tennis"

Manca ormai poco al ritorno in campo del campione svizzero Roger Federer. È trascorso oltre un anno dall'ultima gara ufficiale dell'attuale numero 5 al mondo (grazie anche ai benefici per il congelamento del Ranking) e Federer disputò il suo ultimo incontro proprio qui a Melbourne, nella semifinale persa in tre set contro il numero uno al mondo Novak Djokovic.

Da quel giorno solo un esibizione e poi un duplice intervento al ginocchio hanno frenato il suo rientro. Ora sarà il torneo Atp 250 di Doha, in programma dal prossimo 8 Marzo, quello del ritorno ufficiale in campo del campione svizzero.

Dopo tredici mesi manca ormai davvero poco al ritorno di Roger e l'elvetico ha spiegato in un'intervista ai microfoni di SRF TV i motivi di questa scelta: "Ho pensato molto al momento giusto per tornare. Credo che in Australia sarebbe stato troppo presto per il mio ginocchio e soprattutto volevo tornare in un torneo minore, anche per avere un livello differente di concentrazione e stress"

Qui a Doha Federer ha conquistato tre titoli, nel 2005 in finale contro il suo attuale coach Ivan Ljubicic, nel 2006 contro Gael Monfils ed infine nel 2011 contro il russo Nikolay Davydenko. Dopo Doha Federer ha annunciato che ha intenzione di partecipare ad un altro torneo (condizioni fisiche permettendo) e che poi si dedicherà all'allenamento per la stagione su terra battuta.

Federer ed il rapporto con i suoi figli

Nel corso di una recente intervista con Schweizer Illustrierte Roger Federer ha chiarito che nonostante venga considerato da molti come uno dei migliori della storia, i figli preferiscono lasciar perdere i suoi consigli.

Ecco le sue parole: "Quando mi dicono se voglio giocare con loro, preferivano evitare i miei consigli e mi dicevano 'Papa' non sei il mio coach, non interferire con il mio gioco' Quando è successo ciò ho detto "Va bene, nessun problema.

Gioca come ritieni sia giusto, poi probabilmente sarai tu a venire da me o da tua mamma" Nel corso di questa intervista Federer ha rivelato anche una curiosità riguardo la sua esperienza nel post ritiro. Roger ha difatti affermato che spera di cominciare a suonare qualche strumento musicale una volta che avrà abbandonato definitivamente il mondo del tennis: "Vorrei suonare di nuovo uno strumento, credo che avrò tanto tempo una volta che avrò smesso.

Da piccolo suonavo il piano, ma ovviamente ero più ferrato per giocare a calcio, tennis o basket. Ricordo che ogni settimana dovevo spiegare perché ero assente alla lezione di piano e quasi sempre la risposta era il tennis.