Djokovic: "Io, Roger Federer e Nadal non potremo fermare i Next Gen ancora a lungo"



by   |  LETTURE 4078

Djokovic: "Io, Roger Federer e Nadal non potremo fermare i Next Gen ancora a lungo"

Il 2020 ha dimostrato che Novak Djokovic e Rafael Nadal (due dei Big 3, vista l’assenza di Roger Federer per quasi tutta la stagione) sono ancora gli uomini da battere, ma allo stesso tempo ha sancito un ulteriore passo in avanti da parte dei Next Gen.

Dominic Thiem, che già aveva sfiorato il titolo in Australia ad inizio anno, ha conquistato il suo primo Slam agli US Open battendo Alexander Zverev in finale, mentre Daniil Medvedev si è aggiudicato le ATP Finals di Londra grazie ad un tennis stellare.

Tra poco meno di una settimana prenderanno il via gli Australian Open 2021, posticipati a febbraio per consentire a tutti i giocatori di effettuare le due settimane di quarantena obbligatoria. Djokovic si presenterà a Melbourne Park con i favori del pronostico, avendo vinto per ben otto volte l’Happy Slam ed essendo il campione uscente.

Alle sue spalle, oltre al solito Nadal, è folta la schiera di rivali che proveranno a far saltare il banco. In conferenza stampa all’ATP Cup, il numero 1 del mondo ha ammesso che i giovani sono sempre più vicini a spodestare i Big 3.

Djokovic: "Il nostro tempo sta per scadere"

“Sarebbe fantastico per il nostro sport avere dei nuovi campioni a livello Slam” – ha rivelato il 33enne di Belgrado davanti ai media. “Ci sono giovani promesse che hanno messo in mostra qualità tecniche e caratteriali notevoli, anche quando si è trattato di affrontare me, Roger Federer e Rafael Nadal nei palcoscenici più importanti.

Ce ne sono alcuni che ormai sono molto vicini e che possono ancora migliorare parecchio. Ovviamente hanno ancora tantissimo tempo davanti a loro. Credo che il futuro del tennis sia in ottime mani, anzi non ho dubbi al riguardo” – ha aggiunto Nole.

A dispetto dell’avanzare dell’età, i tre mostri sacri cercheranno di ritardare il cambio della guardia il più possibile. “Rafa, Roger e io vorremmo restare in cima per altri dieci anni, ma sappiamo che il nostro tempo sta per scadere” – ha chiosato Djokovic.