Bill Gates su Federer e le sue specializzazioni: "Dovrebbero prendere esempio da lui"



by   |  LETTURE 2060

Bill Gates su Federer e le sue specializzazioni: "Dovrebbero prendere esempio da lui"

Dopo un'assenza dai campi da gioco di tennis di oltre un anno, a meno di clamorosi colpi di scena, Roger Federer dovrebbe tornare a giocare il prossimo Marzo nel torneo Atp 250 di Doha. Il programma dello svizzero prevede che subito dopo lui potrebbe partecipare poi all'Atp 500 di Dubai negli Emirati Arabi ed al torneo di Rotterdam nei paesi bassi.

Roger Federer ha ormai 39 anni ed è nelle fasi finali della sua carriera, ma si sta allenando intensamente per rientrare a pieno regime dopo un lungo stop causato da un duplice intervento chirurgico al ginocchio. Il suo ultimo incontro ufficiale è avvenuto alla semifinale degli Australian Open dove fu sconfitto in tre set da Novak Djokovic con il risultato di 7-6;6-4;6-3.

Numero 5 delle classifiche mondiali Federer tornerà a Doha dopo che ha vinto questo torneo in tre occasioni, nel 2005, nel 2006 e nel 2011. Nonostante salterà gli Australian Open l'elvetico punta deciso in questo 2021 dove avrà come obiettivi principali Wimbledon e soprattutto le Olimpiadi di Tokyo 2021, una delle poche competizioni che nel singolo Roger non ha mai vinto.

Le parole di Bill Gates a Roger Federer

Nel corso di una recente intervista il magnate e filantropo americano Bill Gates ha parlato di Roger Federer concordando sul fatto che il mondo ha bisogno di più persone come il campione svizzero.

Ecco le sue parole: "La parte sorprendente di Roger Federer è questa: quando era ragazzo non si concentrava a pieno sul tennis e non gli facevano allenamenti particolari o basati sulla forza. Lui si concentrava su una vasta gamma di sport diversi, tra cui skateboard, nuoto, ping pong, calcio e badminton.

Non ha iniziato a giocare a tennis a livello agonistico quando era adolescente. I suoi genitori quando era ragazzo gli sconsigliavano di prendersi troppo sul serio, ritardando una specializzazione sportiva ma concentrandosi su più esperienze.

In un mondo che incentiva sempre di più, abbiamo bisogno di più persone che ragionano come Roger: persone che iniziano in modo ampio e abbracciano esperienze e prospettive diverse mentre progrediscono"

Parlando del tennis di Roger Federer il magnate ha dichiarato: "Quando guardo Roger Federer giocare sono in soggezione. Come ha scritto il compianto scrittore David Foster Wallace, Roger è uno si quei rari atleti che sembrano esenti dalle leggi della fisica"