Pella: "È ovvio che con i soldi di Roger Federer avrei agito diversamente"



by   |  LETTURE 7721

Pella: "È ovvio che con i soldi di Roger Federer avrei agito diversamente"

Mancano sempre meno giorni all'inizio degli Australian Open 2021, primo Slam dell'anno che inizierà il prossimo 8 Febbraio. In questo momento sono molte le polemiche attorno al mondo del tennis, sopratutto per il trattamento riservato ad alcuni tennisti ed alle disparità tra i migliori e quelli 'meno importanti'

Inoltre la decisione del Governo australiano, insieme agli organizzatori, di bloccare nelle proprie camere d'albergo i 72 tennisti reduci dai voli di Abu Dhabi e Los Angeles (all'interno c'erano delle persone positive) ha scatenato ulteriori polemiche.

Non le ha sicuramente spente il numero uno al mondo Novak Djokovic, che, ha scritto una lunga lettera sui profili social per difendersi dalle critiche per le sue richieste ufficiali agli organizzatori del torneo: Nole ha scritto a nome di tanti colleghi e difatti sono stati ad aver apprezzato il suo modo di attivarsi per evitare disparità di trattamento tra i tennisti.

A riguardo Djokovic aveva spiegato sui social: "Le mie buone intenzioni sono state travisate. Non volevo certo essere visto come egoista o ingrato, questo è quanto più lontano può essere dalla realtà"

Guido Pella sui Big Three

Nel corso di un recente podcast il tennista argentino Guido Pella ha parlato dell'abitazione di Novak Djokovic e delle presunte disparità tra i tennisti che risiedono ora a Melbourne e quelli che risiedono ad Adelaide.

Ecco le sue parole: "Le realtà di Melbourne ed Adelaide sono completamente diverse. Ho visto le foto del balcone di Novak Djokovic ed è più grande della mia stanza. Anche se Novak non è perfetto almeno lui parla quando i colleghi hanno bisogno di aiuto, a differenza del silenzio di altri come Dominic Thiem e Rafael Nadal"

Poi il tennista ha proseguito: "Devo giocare per fare soldi. Se avevo la situazione economica di John Isner, che ha preferito restare a casa, o sopratutto di Roger Federer, è ovvio che avrei agito diversamente. Questa pandemia ha mostrato il vero volto di alcune persone nel tennis, lascerò questo sport meno felice rispetto a quanto lo avrei potuto lasciare in precedenza, ora so quello che sono alcune persone oggi"