Graf: "Roger Federer è sempre stato consapevole del ruolo dei media"



by   |  LETTURE 1527

Graf: "Roger Federer è sempre stato consapevole del ruolo dei media"

Considerati i rigidissimi protocolli imposti dal governo australiano e le polemiche sorte negli ultimi giorni, la decisione di Roger Federer di saltare gli Australian Open 2021 potrebbe essersi rivelata azzeccata. L’ex numero 1 del mondo, la cui ultima apparizione ufficiale risale proprio all’Happy Slam lo scorso anno, ha deciso di non forzare i tempi di recupero e di rinunciare allo Slam inaugurale della stagione per la prima volta nelle ultime 23 edizioni.

Il 39enne di Basilea, che ha mantenuto un posto nella Top 5 grazie al nuovo sistema di ranking, potrebbe fare il suo rientro in campo a Doha, uno dei tornei sul veloce in programma dopo l’Australian Open. La leggenda svizzera ha più volte ribadito che i suoi grandi obiettivi saranno Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo, slittate di dodici mesi a causa dell’emergenza Coronavirus.

Intervenuto nel podcast ‘Tennis with an Accent’, il giornalista Simon Graf ha spiegato cosa renda Federer un modello ideale per tantissimi giovani. Non a caso, Re Roger è l’atleta che riceve i compensi più elevati dagli sponsor.

Graf: "Federer non ha mai commesso passi falsi"

“Roger Federer è senza alcun dubbio il più grande sportivo che la Svizzera abbia mai avuto” – ha esordito Graf. “Non c’è nessuno che possa essere comparato a lui.

C’è stato un periodo in cui le persone si erano totalmente assuefatte alle sue vittorie, tanto da essere anche un pochino annoiate. Pensavano che era normale che vincesse sempre. Quando ha iniziato a perdere un po’ più spesso, la gente ha rinnovato il suo amore nei suoi confronti perché non era più l’unico dominatore” – ha aggiunto.

Federer ha sempre curato nel dettaglio la sua immagine fuori dal campo. “Penso che Roger sia davvero una figura ideale. Non è mai stato coinvolto in scandali ed è sempre stato ben consapevole del ruolo dei media.

È benvoluto da tutti e si comporta benissimo. Ritengo che Federer sia un modello straordinario sia dentro che fuori dal campo, mai un singolo passo falso” – ha concluso Graf.