Martin: "Roger Federer è di un'eleganza pazzesca, ma non è il più forte in assoluto"



by   |  LETTURE 4752

Martin: "Roger Federer è di un'eleganza pazzesca, ma non è il più forte in assoluto"

Sono in molti a ritenere che Novak Djokovic sia ancora indietro rispetto agli eterni rivali Roger Federer e Rafael Nadal nella corsa per il titolo di più grande di sempre. Lo svizzero e lo spagnolo si trovano attualmente appaiati a quota 20 Slam, mentre il serbo è fermo a 17 (essendo tuttavia il più giovane dei Big 3).

Il numero 1 del mondo avrebbe potuto arricchire ulteriormente la sua bacheca vincendo gli US Open 2020, ma una clamorosa e sfortuna pallata ad una giudice di linea gli è costata la squalifica. Nole ha provato a riscattarsi al Roland Garros, dove uno scatenato Rafael Nadal lo ha piegato rifilandogli una delle batoste più nette in un torneo dello Slam.

Grazie al nuovo sistema di ranking indotto dalla pandemia, il veterano di Belgrado ha comunque ottime chance di superare il record all-time di settimane in vetta alla classifica. Inoltre, Djokovic si presenterà agli Australian Open 2021 come favorito numero 1 per il successo.

In una lunga intervista concessa a Kevin Palmer, il due volte finalista Slam Todd Martin ha spiegato che Novak possiede tutte le carte in regola per essere riconosciuto come il GOAT.

Martin: "Per gli avversari è come sfondare un muro"

“Roger Federer è il giocatore esteticamente più elegante che abbia mai visto in azione.

Tuttavia, se Novak Djokovic è in fiducia e si sente bene fisicamente, non c’è nessuno più forte di lui. Questo ragazzo ha espresso un livello più alto di tutti quanti i suoi rivali, almeno secondo me” – ha dichiarato Martin.

“Una degli aspetti più interessanti della vita è che non è giusta. Novak è la terza ruota del carro sul piano della popolarità. Eppure, i suoi risultati hanno dimostrato che non è assolutamente il terzo dal punto di vista delle abilità.

Il suo atletismo sembra provenire da un altro mondo. La sua risposta al servizio è di gran lunga la migliore in assoluto, nessuno è in grado di ribattere come fa lui. Quando scende in campo con la giusta mentalità, per gli avversari è come sfondare un muro di cemento” – ha aggiunto.