Beatrice Bouchard: "Roger Federer tratta ogni persona con la stessa gentilezza"



by   |  LETTURE 3476

Beatrice Bouchard: "Roger Federer tratta ogni persona con la stessa gentilezza"

Lo stile unico dentro e fuori dal campo – oltre agli innumerevoli successi ottenuti in carriera – hanno permesso a Roger Federer di diventare una fonte di ispirazione per un’intera generazione. Il fenomeno svizzero ha disputato un solo torneo ufficiale nel 2020, gli Australian Open, prima di subire un doppio interevento chirurgico al ginocchio destro.

Il 20 volte campione Slam ha deciso di non recarsi a Melbourne per partecipare al primo Slam stagionale tra circa un mese, una scelta dettata anche dai rigidi protocolli imposti dal governo australiano. L’ex numero 1 del mondo tenterà di arrivare al 100% a Wimbledon e alle Olimpiadi di Tokyo, che potrebbero forse rappresentare gli ultimi grandi obiettivi prima di appendere la racchetta al chiodo.

In una video-intervista pubblicata su YouTube da ‘Kombu Drinks’, la modella e influencer Beatrice Bouchard, sorella dell’ormai ex promessa del tennis canadese Eugenie, ha rivelato la sua ammirazione per la leggenda di Basilea.

D’altronde, Re Roger ha ricevuto il premio come giocatore preferito dai fan anche nel 2020.

Beatrice: "Non siamo una famiglia perfetta"

“Uno dei commenti che mi vengono rivolti più spesso quando incontro degli sconosciuti è il seguente: ‘Pensavo che fossi più snob ed egoista.’ Non capisco perché avrei dovuto esserlo” – ha raccontato Beatrice.

“Ho avuto la fortuna di incontrare alcuni dei più grandi atleti del mondo, come Roger Federer. È davvero umile e gentile, tratta ogni singola persona come farebbe verso se stesso. Se lui ci è riuscito, non c’è motivo per gli altri di agire diversamente” – ha aggiunto.

Bouchard ha parlato anche dell’ambiente in cui è cresciuta: “Non siamo assolutamente una famiglia ideale, felice e perfetta. Siamo molto lontani da questi canoni. I miei genitori hanno divorziato, non erano felici insieme.

Genie è stata con mia madre per gran parte della sua vita, mentre mio padre ha accudito Charlotte, William e me. Ci sono stati vari dissidi tra i componenti della famiglia nel corso degli anni. Ancora oggi permangono delle questioni irrisolte”.