Australian Open, la decisione di Roger Federer



by   |  LETTURE 5845

Australian Open, la decisione di Roger Federer

Era purtroppo nell'aria ma ora è ufficiale: Roger Federer non parteciperà agli Australian Open 2021. Il tennista svizzero, fermo ormai da circa un anno, non ha ancora pienamente recuperato dall'infortunio con il duplice intervento chirurgico subito ed è così rinviato il suo ritorno in campo.

Ad annunciare questa notizia, che, sicuramente non farà felici i fan di tennis e di Roger di tutto il mondo, è stato il manager dell'atleta elvetico, Tony Godsick. È una brutta botta per tutti gli appassionati che già pregustavano il ritorno in campo di Federer e che ora dovranno invece rimandare.

A meno di novità clamorose, Federer, che si sta alleannso a Dubai, dovrebbe tornare in campo verso la fine di Febbraio. Nella prossima stagione Federer avrà come obiettivo quello di puntare ad un nuovo trionfo a Wimbledon e sopratutto provare a vincere Tokyo 2021, conquistando così il suo primo oro olimpico nella categoria del singolo.

Oltre a questo Federer proverà ancora a lottare nella corsa agli Slam con Rafael Nadal e Novak Djokovic: al momento lo svizzero condivide con Nadal il titolo di atleta con più Slam nella storia, a quota 20, con l'attuale numero uno al mondo Novak Djokovic che insegue a quota 17.'

C'è preoccupazione sicuramente per capire come tornerà Federer dopo un'assenza così lunga, ma i fan di tutto il mondo non vedono l'ora di rivedere lo svizzero su un campo da tennis e dovranno attendere quindi un altro po' di tempo.

Le parole di Godsick su Roger Federer

Parlando delle condizioni dello svizzero Godsick ha così commentato riguardo Federer: "Negli ultimi due mesi Federer ha fatto davvero grandi progressi, ma tuttavia, dopo essersi consultato col suo team, ha deciso che la migliore decisione per lui sia di tornare alle competizioni solo dopo l'Australian Open 2021"

Abbiamo visto Federer in un incontro ufficiale per l'ultima volta nella semifinale di Melbourne contro il numero uno al mondo Novak Djokovic, quando, lo svizzero già chiaramente con problemi fisici, fu sconfitto nettamente in tre set.