Rublev: "Non c'è mai stato nessuno come Roger Federer"



by   |  LETTURE 3562

Rublev: "Non c'è mai stato nessuno come Roger Federer"

Il mondo del tennis attende con impazienza il ritorno in campo di Roger Federer il prossimo anno. Il fenomeno svizzero è assente dal circuito dagli Australian Open 2020, essendosi sottoposto a un duplice intervento al ginocchio destro che lo ha indotto a chiudere anzitempo la sua stagione.

Grazie al nuovo sistema di ranking introdotto per fronteggiare le gravi conseguenze della pandemia globale, il 20 volte campione Slam ha mantenuto un posto nella Top 5. L’ex numero 1 del mondo si sta allenando a Dubai in questo periodo, auspicando di riuscire a tornare al 100% in tempo per l’inizio dell’Australian Open.

L’edizione 2021 dell’Happy Slam si svolgerà infatti dall’8 al 21 febbraio, così da permettere a tutti i giocatori di recarsi in Australia ed effettuare le due settimane di quarantena obbligatoria.

Andrey Rublev non vede l’ora di ammirare nuovamente Federer in azione. L’attuale numero 8 ATP ha vinto ben cinque titoli nel 2020, qualificandosi per le ATP Finals di Londra per la prima volta nella sua carriera.

Rublev: "Non vedo l'ora di riammirare Federer"

“Non vedo l’ora che Roger Federer torni in campo. Non c’è mai stato nessuno come lui e sono curioso di vedere come andrà, potrebbe servirmi da esempio” – ha dichiarato il russo in una lunga intervista a Marca.

“Anche io voglio prolungare la mia carriera il più a lungo possibile. Non sono intenzionato a ritirarmi a 30 anni” – ha aggiunto. Rublev non ha mai nascosto di essere un grande estimatore di Rafael Nadal, capace quest’anno di aggiudicarsi il suo 13° Roland Garros in autunno.

“Quello che penso è che se qualcuno è stato in grado di vincere uno Slam per 13 volte, tu devi provare a farcela almeno una volta. Adesso sento davvero di essere uno dei primi dieci al mondo. Per essere uno di loro fino in fondo, devo essere costante e mantenere questa posizione per almeno un paio d’anni.

Si può dire che Dominic Thiem, Alexander Zverev e Daniil Medvedev siano ancora davanti a me” – ha concluso.